Dmotori: Uscita - Dimensioni - Interni - Prezzi - Colori: Motori
Visualizzazione post con etichetta Motori. Mostra tutti i post

I motori della Range Rover Velar hanno come obiettivo principale la massima "efficienza", e si chiamano Ingenium che sulla Velar si presentano nella loro ultima generazione e realizzati in alluminio da Land Rover. Più leggeri, efficienti e potenti delle versioni precedenti, utilizzano innovazioni all'avanguardia, come il sistema Continuous Inlet Variable Valve Lift, per migliorare ogni aspetto delle prestazioni e del consumo di carburante e ridurre le emissioni CO2. Andiamo a scoprire insieme le caratteristiche tecniche dei motori Range Rover Velar prima in sintesi e poi nel dettaglio.

Scheda tecnica motori in sintesi

Abbiamo 5 motori in totale, 3 diesel e 2 benzina.

Diesel

Tra i diesel, il più interessante è senz'altro il motore Ingenium 2.0 4 cilindri da 180 CV eroga 430 Nm di coppia, a seguire abbiamo gli altri due motori a gasolio, il 2.0 4 cilindri Biturbo da 240 CV con 500 Nm di coppia ed il top gamma 3.0 V6 Biturbo Diesel con potenza di 300 CV e coppia di 700 Nm.

Benzina

La gamma benzina invece parte dal 2.0 4 cilindri Turbo 250 CV che eroga una coppia di 365 Nm ed infine abbiamo il motore 3.0 V6 Supercharged Benzina da 380 CV, il quale eroga 450 Nm di coppia.

Se volete approfondire l'argomento, conoscere consumi ed emissioni, il cambio automatico e la trazione, a seguire trovate una tabella completa con tutto ciò che riguarda le 5 motorizzazione della nuovissima Velar.

CAMBIO AUTOMATICO A 8 RAPPORTI

Tutti i motori Diesel e Benzina di Range Rover Velar sono abbinati al cambio automatico a 8 rapporti. Con otto rapporti ravvicinati, la trasmissione assicura la marcia ottimale in ogni momento ottimizzando il consumo di carburante e l'accelerazione. I cambi di marcia sono quasi impercettibili e i tempi di cambio dei rapporti si adattano in modo intelligente allo stile di guida.

Iniziamo col scoprire la scheda tecnica dei motori diesel e benzina della Range Rover Velar che ne sono 3.

Range Rover Velar: Motori | Prestazioni e consumi

Scheda tecnica motori Range Rover Velar

Eccovi la scheda tecnica con i consumi dichiarati nel ciclo misto, la velocità massima, le emissioni, la potenza e la coppia massima dei 5 motori della Range Rover Velar.

SCHEDA TECNICA MOTORI
Motore Potenza (CV) Coppia (Nm) Accelerazione 0-100 (s) Velocità Max. (Km/h) Consumi (L/100 Km) Emissioni CO2 (g/Km) Cilindrata (cc)
D180 180 430 8,9 209 5,4 da 142 1.999
D240 240 500 7,3 217 5,8 da 154 1.999
D300 300 700 6,5 241 6,4 da 167 2.993
P250 250 365 6,7 217 7,6 da 173 1.998
P380 380 450 5,7 250 9,4 da 214 2.995

[ads-post]

A seguire, invece, trovate qualche dettaglio aggiuntivo circa le diverse motorizzazioni della Velar.

Motori Diesel

I motori diesel sotto il cofano della Range Rover Velar sono 3, di cui i primi due sono in pratica lo stesso motore 2 litri disponibile in potenze da 180 e 240 cavalli, mentre il terzo è un 3 litri V6 Biturbo che eroga una potenza massima pari a 300 cavalli motore.

D180

Il motore Ingenium 2.0 4 cilindri Turbo Diesel da 180 CV eroga 430 Nm di coppia ed è ottimizzato per il più basso consumo di carburante di tutta la gamma.

– L'iniezione di carburante diretta common rail ad alta pressione, la fasatura variabile e l'intercooler ad acqua ad alta efficienza si combinano per una combustione pulita ed efficiente.
– Il raffreddamento adattivo intelligente del propulsore a controllo elettronico si attiva solo quando necessario, riducendo al minimo il consumo di carburante e le emissioni di CO2.
– Il motore è dotato di turbocompressore a geometria variabile, che si adatta al flusso variabile di gas di scarico per erogare tutta la potenza necessaria a ogni regime con una reattività uniforme e progressiva, riducendo il ritardo.

D240

Il motore Ingenium 2.0 4 cilindri Biturbo Diesel da 240 CV eroga 500 Nm di coppia migliorando le prestazioni con un risparmio di carburante eccezionale.

– I turbocompressori sequenziali in serie offrono una combinazione ideale di prestazioni alla massima potenza e ottima guidabilità alle basse velocità.
– Gli aggiornamenti comprendono un sistema common rail a pressione più elevata, aumentata da 1.800 a 2.200 bar, e una velocità di flusso degli iniettori migliorata. La loro combinazione ottimizza il consumo di carburante, le emissioni e la potenza erogata.
– Ne risulta un motore che supera i limiti di prestazioni di un 4 cilindri con il ridotto consumo di carburante della gamma Ingenium.

D300

Il motore 3.0 V6 Biturbo Diesel da 300 CV eroga 700 Nm di coppia ed è ideale per ottenere un'elevata potenza con un'ottima guidabilità.

– Gli innovativi turbocompressori doppi sequenziali paralleli, di cui Jaguar Land Rover è pioniere, sono dotati di cuscinetti sferici in ceramica sul turbo primario per ridurre l'attrito e offrire la massima erogazione di potenza.
– Una pompa del liquido di raffreddamento selezionabile e una pompa dell'olio a due fasi consentono una gestione ottimale dell'energia termica migliorando l'efficienza operativa.
– Il sistema di alimentazione del carburante a iniezione common rail piezoelettrico consente un controllo preciso della quantità di carburante iniettata, producendo una miscela uniforme per una combustione più efficiente ed emissioni inferiori.
– Il motore sfrutta queste tecnologie per fornire raffinatezza e prestazioni eccellenti, mantenendo il consumo di carburante a livelli eccezionali.

Motori Benzina

Passando alle motorizzazioni benzina, il SUV Velar è disponibile in due unità, un 2 litri da 250 CV e un 3 litri sovralimentato da 380 cavalli.

P250

l motore Ingenium 2.0 4 cilindri Turbo Benzina da 250 CV eroga 365 Nm di coppia con consumo di carburante ridotto e ottima guidabilità.

Il sistema Continuously Variable Valve Lift (CVVL) intelligente varia l'apertura delle valvole di aspirazione riducendo le perdite di pompaggio del motore. Questo consente al motore stesso di “respirare“ con la massima efficienza, ottimizzando potenza e coppia.
Il sistema CVVL combinato con la doppia fasatura variabile indipendente dell'albero a camme offre la massima flessibilità operativa generando potenza e risparmio di carburante eccellenti a ogni regime.
La coppia massima è disponibile a regimi compresi tra 1.200 e 4.500 giri/min, per effettuare accelerazioni brucianti e sorpassi agevoli.
Il turbocompressore twin scroll è alimentato da un collettore di scarico integrato che incrementa il trasferimento di energia alla turbina, riducendo significativamente il ritardo del turbo e migliorando la risposta del motore.

P380

Il motore 3.0 V6 Supercharged Benzina da 380 CV eroga 450 Nm di coppia e rappresenta il top di gamma per le eccellenti prestazioni.

– Il sovralimentatore a lobi twin vortex assicura un'erogazione lineare della potenza, ottimizzando la risposta del motore.
– Un sistema di iniezione diretta a getto guidato gestisce accuratamente la miscela di aria e carburante nella camera di combustione, migliorando la combustione in modo da ottenere più energia dall'iniezione di carburante. Questo genera una notevole potenza che riduce al tempo stesso il consumo di carburante e le emissioni.
– Il motore è inoltre equipaggiato con doppia fasatura variabile indipendente delle valvole per modificare aspirazione e scarico. Tutto questo, combinato con pistoni alleggeriti e fasce ad attrito ridottissimo, assicura un incremento delle prestazioni e dell'efficienza.
– Per una raffinatezza ancora superiore, è presente un doppio sistema di contralbero che assicura un'erogazione di potenza sempre fluida.
EDIT

Nuova Mercedes Classe C 2018 Restyling: Data Uscita, Novità e Motori

Tutte le nuove caratteristiche del Facelift che Mercedes ha apportato alla sua auto più venduta, con oltre 400.000 esemplari venduti solo nel 2017. Cosa cambia dentro, fuori, quando uscirà in Italia e con quali motori

Al mio calendario delle auto in uscita nel 2018, ho appena aggiunto la nuova Mercedes Classe C modello Restyling. Il facelift riguarderà tutte le varie versioni, quindi verranno rinnovate la Station Wagon, la Berlina, la Coupé e la Cabrio.

La presentazione è avvenuta al Salone di Ginevra 2018, evento durante il quale il nuovo modello Restyling è stato affiancato dalle altre novità della casa di Stoccarda, quali la nuova Classe G e la super sportiva AMG GT Coupé. Per quanto riguarda invece la data di uscita in Italia, Mercedes ha annunciato la disponibilità a parte dal mese di Luglio 2018 ed al lancio vedremo tra le varie novità anche due nuovissimi motori dotati di un piccolo motore elettrico.

Andiamo a vedere quindi tutte le novità e le notizie su quando esce la Classe C 2018 modello restyling.

Novità nuova Mercedes Classe C 2018 restyling: ecco cosa cambia

I cambiamenti apportati sono di vario genere. Cambiano dei particolari del design, le luci, sono stati introdotti due nuovi motori, abbiamo un nuovo sistema di infotainment completamente digitale e nuovi sistemi di assistenza alla guida che portano la Classe C 2018 ai livelli della sorellona S.
[ads-post]

nuova mercedes classe c 2018 restyling

Come cambia il design degli esterni: tutte le novità del facelift

La nuova Classe C Restyling dall'esterno ha subito piccoli cambiamenti che le donano un nuovo aspetto. In particolare, nella parte anteriore cambia il paraurti per tutte le versioni ed i gruppi ottici. 

Il modello facelift 2018 presenta i paraurti dotati di una striscia di rifinitura argentata di serie, una striscia di rifinitura cromata (in combinazione con l'esterno di AVANTGARDE) o una striscia di rifinitura cromata in tre parti (esterno EXCLUSIVE). Mentre con il pacchetto AMG-line la Classe C ha di serie la griglia del radiatore diamantata.

Il design delle luci anteriori e posteriori è definito da contorni chiari e dettagli scolpiti di alta qualità che sottolineano l'aspetto sofisticato. Cambia anche la tecnologia dei fari a LED, denominata MULTIBEAM (optional) che sono dotati di anabbagliante ULTRA RANGE.

novità nuova mercedes classe c 2018 restyling frontale e fari

Con i gruppi ottici con tecnologia LED MULTIBEAM, ogni proiettore incorpora 84 LED controllabili individualmente e ciò consente una regolazione dei fari estremamente rapida e precisa, controllata elettronicamente, per adattarsi alla situazione attuale del traffico.

Le novità negli interni della nuova Classe C 2018

Numerosi cambiamenti ci sono stati anche nell'abitacolo interno, con interni sportivi più che mai dall'aspetto premium e forme fluide. La console centrale è caratterizzata da un elegante superficie disponibile in noce marrone o rovere antracite. L'inserto in vero legno nella console centrale combina un carattere artigianale con un tocco moderno, poi un'altra delle novità introdotte dal restyling della Classe C 2018 sono i nuovi colori degli interni. Colori che includono il magma grigio ed il nero, mentre per la versione AMG Line è previsto anche un colore marrone scuro.


novità interni nuova mercedes classe c 2018 restyling

Come anticipato, cambia anche il sistema di infotainment, diventando completamente digitale come l'attuale Classe S, optional, dotato di tre stili di visualizzazione selezionabili. Cambiamenti anche sul volante, il quale ora ha comandi touch e non più di tipo fisico, oltre ad avere anche un tasto specifico per la funzione DISTRONIC e il cruise control. Questi comandi presenti direttamente sul volante rappresentano sicuramente una comodità per il guidatore.

Il sistema di infotainment può essere azionato in vari modi. Tramite il touchpad con controller, dotato di un nuovo feedback tattile che aiuta a capire se il comando viene eseguito o meno, dalla consolle centrale o tramite il comando vocale LINGUATRONIC. I comandi vocali, sono inoltre una interessante caratteristica introdotto da questo restyling della regina del segmento C.

Nuove tecnologie di assistenza alla guida

La nuova Mercedes Classe C 2018 presenta poi i più recenti sistemi di assistenza alla guida, offrendo il supporto cooperativo del conducente e fornendo uno standard più elevato di sicurezza attiva rispetto al modello precedente. L'auto sarà in grado di guidare in modo semi-autonomo in determinate situazioni, grazie anche all'utilizzo di dati della mappa assieme ai sistemi di assistenza alla guida. Ad esempio, abbiamo l'Active Distance Assist DISTRONIC, parte del pacchetto di assistenza alla guida, il quale è in grado di supportare il conducente in numerose situazioni sulla base delle informazioni della mappa e di regolare in modo predittivo la velocità, quando per esempio ci si avvicina a curve, incroci o rotatorie.

Altri nuovi sviluppi includono l'Assistente di cambio corsia attivo e l'assistente di arresto di emergenza attivo. Questi sistemi fanno tutti parti dell'Active Steering Assist.

I nuovi motori della Classe C 2018: 2 benzina e 1 diesel

La nuova Classe C 2018 verrà lanciata con 3 motori completamente nuovi, tutti EURO 6d-TEMP, di cui 2 con un piccolo motore/serbatoio di energia elettrica che viene accumulata nelle frenate e sfruttata nelle accelerazioni.

C 200 e C 200 a benzina

La gamma motori prevede due nuovi motori a benzina a quattro cilindri con cilindrata di 1,5 litri nella C 200 e nella C 200 4MATIC. Si tratta quindi di una diminuzione di cilindrata senza però rinunciare alle prestazioni, garantite dai 186 cavalli di potenza (135 kW) disponibili tra i 5800 e i 6100 giri a minuto del motore che fanno raggiungere 100 km/h in 7.7 secondi nel migliore dei casi e una velocità max di 239 km/h. La coppia massima è invece di 180 Newton metro nel range 3.000-4.000 rpm. Mercedes dichiara un consumo dai 6.3 ai 6.0 l/100 km per la berlina e 6.6-6.2 per la wagon. Mentre lo stesso motore con trazione integrale 4MATIC ha consumi dichiarati di 6.9-6.5  l/100 km (berlina) e  7.1-6.7 l/100km (station wagon). Le emissioni di CO2 vanno dai 136 ai 162 grammi per chilometro percorso.
Altra novità è poi il fatto che questi 2 motori benzina sono equipaggiati con una rete addizionale da 48 volt con un motorino di avviamento e alternatore (EQ Boost).

C 220 d a gasolio



Poi c'è la nuova unità C 220 d, un motore diesel a quattro cilindri, che appartiene alla famiglia di motori più aggiornata. Bassi i consumi, compresi tra 4.8-4.4 l/100 km per la berlina e 5.0-4.7 l/100 km per la wagon. 194 i cavalli di potenza (143 kW) ai 3800 giri e coppia elevata di 400 Nm disponibile già dai 1.600 giri fino ai 2.800. Si abbassano le emissioni di anidride carbonica a valori compresi tra 117 e 133 grammi / km. Lo sprint da 0 a 100 avviene in 6.9 secondo con la berlina e 7.0 nella wagon e la velocità massima è di 240 km/h (233 per la wagon).
Tra le caratteristiche innovative di questo propulsore diesel, vi sono la combinazione del basamento in alluminio e dei pistoni in acciaio, il processo di combustione della vasca a gradini e il rivestimento della parete del cilindro NANOSLIDE® ulteriormente migliorato.

Quando sarà disponibile? Ecco la data d'uscita della nuova Classe C in Italia?

data uscita nuova classe c 2018 restyling in italia

La notizia rilasciata per la stampa, in teoria, farebbe riferimento al mercato tedesco, quindi non è ancora certa la data di uscita anche per il mercato italiano. Ma nonostante ciò, è quasi certo che la data di uscita in Italia coinciderà con quella in Germania, luglio 2018, quindi preparatevi per fissare un appuntamento nel concessionario Mercedes più vicino per scoprire dal vivo la nuova Classe C 2018 Restyling e vedere da soli quanto è cambiata e provare come vanno i nuovi motori.

Ovviamente, una volta che deciderete di ordinarla, i tempi di consegna previsti saranno i "soliti" 3 mesi, salvo casi particolari come le vetture in pronta consegna ad esempio.
EDIT

Motori Alfa Stelvio Diesel e Benzina: Caratteristiche - Prestazioni - Consumi

Sapevamo tutti del motore 2.9 Biturbo 510 CV della Stelvio Quadrifoglio, ma ora conosciamo anche tutte le altre motorizzazioni destinate al mercato italiano

Il primo SUV Alfa Romeo ormai tutti sanno che si chiama Stelvio, nome che già conoscevamo da tempo, ma c'erano alcune caratteristiche che invece erano fino al 16 novembre 2016 ancora delle indiscrezioni, giorno in cui l'auto è stata presentata al pubblico al salone di Los Angeles, catturando l'attenzione di ogni giornalista. E così, tra ciò che era da confermare, c'erano i motori disponibili sul mercato italiano alla sua uscita in particolare, era nota la motorizzazione più spinta della versione Quadrifoglio con motore 2.9 biturbo benzina da 510 CV di potenza che è poi lo stesso della omonima versione della berlina Giulia, ma le altre unità erano ancora una incognita.

E bene, oggi possiamo dirvi con certezza con quali motorizzazioni la Stelvio sarà disponibile alla vendita in Italia: abbiamo complessivamente 5 motori incluso quello già nominato prima.
Scopri anche i probabili prezzi di Alfa Romeo Stelvio
Iniziamo a parlarvi del primo motore.

2.9 Biturbo benzina da 510 CV per la Stelvio Quadrifoglio

Stelvio adotterà nella sua versione Quadrifoglio un propulsore unico per tecnologia e performance, ossia il 2.9 V6 BiTurbo benzina da 510 CV abbinato al cambio automatico a otto marce. Ispirato da tecnologie e competenze tecniche Ferrari, il motore BiTurbo benzina 6 cilindri è totalmente in alluminio per ridurre i pesi assoluti della vettura, in particolare quello sull'asse anteriore. Ovviamente, come tutti i motori della nuova generazione Alfa Romeo, il performante 2.9 V6 Biturbo benzina di Stelvio Quadrifoglio si contraddistingue anche per il rombo genuinamente Alfa Romeo. Infine, il cambio ZF automatico a 8 marce presenta una calibrazione specifica tale da permettere di effettuare le cambiate in soli 150 millisecondi in modalità Race.

Prestazioni e consumi

Non si conoscono ancora tutti i dettagli circa le prestazioni di questo motore della Stelvio, ma Alfa Romeo ha anticipato qualcosa circa l'accelerazione 0-100 km/h che avverrà in circa 3.9 secondi, che è un numero niente male considerando il tipo di vettura, mentre la velocità massima che promette di raggiungere sarà pari a ben 285 chilometri orari. Inoltre, passando ai consumi di questa motorizzazione, sebbene i valori di potenza e coppia siano sensazionali, il 2.9 BiTurbo benzina da 510 CV è straordinariamente efficiente nei consumi, grazie al sistema di disattivazione dei cilindri a controllo elettronico. 

Ma passiamo subito a conoscere le caratteristiche dei motori più "umani" del SUV Stelvio.

Alfa Stelvio con 5 motori diesel e benzina, con potenze tra 150 e 510 CV

Il motore benzina 2.0 Turbo 4 cilindri

Oltre a questo propulsore da 510 CV, esclusivo delle versioni Quadrifoglio, tra le altre motorizzazioni nella gamma Stelvio è confermato il 2.0 Turbo benzina 4 cilindri costruito interamente in alluminio che eroga una potenza di 280 CV a 5.250 giri/min e coppia massima di 400Nm a 2.250 giri/min, abbinato ad un cambio automatico a 8 marce.

[ads-post]

3 motori alimentati a diesel per potenze di 150, 180 e 210 cavalli

Infine, abbiamo le unità della Stelvio che in Italia saranno più interessanti, ossia quelli alimentati a diesel, ed avremo un primo motore 2.2 da 210 CV di potenza che sarà disponibile in due versioni con o senza trazione integrale, con la spinta del SUV affidata alle ruote posteriori nel caso di motorizzazione a due ruote motrici. Lo stesso motore sarà poi venduto anche in due versioni depotenziate da 180 e 150 cavalli potenza, con la possibilità di scegliere anche qui di avere o meno la trazione su tutte e 4 ruote o solo sulle due posteriori.

Ricapitolando, ecco l'elenco con i 5 diversi motori della Stelvio:
  • 2.2 Diesel 150 CV
  • 2.2 Diesel 180 CV
  • 2.2 Diesel 210 CV
  • 2.0 Benzina Turbo 280 CV
  • 2.9 Benzina BiTurbo 510 CV

Quali motori saranno disponibili all'uscita?

Sicuramente vedremo i 3 motori diesel ed il benzina biturbo da 510 CV della Quadrifoglio, per poi vedere nei mesi successivi anche l'altra motorizzazione alimentata a benzina da 280 CV, magari su di una ipotetica versione "Veloce" della Stelvio.

A presto per approfondimenti e per conoscere meglio prestazioni e consumi dell'Alfa Stelvio con sotto il cofano le diverse motorizzazioni.

Vedi anche

- prezzi probabili Alfa Romeo Stelvio intorno i 40.000€ ed ecco perché
- video presentazione di Alfa Romeo Stelvio
- SUV Ferrari anteprima e notizie
EDIT

Com'è la Nuova Audi A6 2018: Interni, Dimensioni, Design e Foto

Giunge alla sua 8a generazione la berlina Executive tedesca che non teme le sue rivali, grazie ad interni altamente tecnologici, motori nuovi Mild-Hybrid e design rinnovato

Arriva tra le auto in uscita nel 2018 un'importante novità in business class: la nuova Audi A6 2018 Sedan. Con questo modello, l'A6 arriva così alla sua 8a generazione introducendo tantissime novità, in parte ereditate dalla A4, che possiamo riassumere nei punti che seguono:

- Digitalizzazione: concetto operativo futuristico e ampia rete
- Comfort e praticità: ampia gamma di sistemi di assistenza alla guida per una sicurezza di livello superiore
- Sportività: dinamicità della trazione integrale per una maggiore agilità e una guida eccezionale comfort
- Design: esterno sportivo ed elegante e abitacolo interno progressivi con cinque linee di rifinitura
    Scopriamo la nuova berlina, andando a rispondere alle domande seguenti:
    1. Quali sono le novità?
    2. Quanto è lunga e alta? Quali sono tutte le misure e dimensioni?
    3. Quanto è grande il bagagliaio?
    4. Come sono gli interni? Sono spaziosi?
    5. Quali sono i motori disponibili?
    6. Come sono i nuovi fari LED?
    7. Quanto cambiano le misure in confronto al modello precedente?
    8. Qual'è la data di uscita in Italia e i prezzi?
    9. Quali motori saranno disponibili al lancio?

    Com'è la nuova Audi A6 2018 e tutte le novità e caratteristiche

    nuova audi a6 2018 com'è

    La sua presentazione ufficiale è avvenuta ad Ingolstadt il 28 febbraio 2018, data di uscita dell'Audi A6 di ottava generazione. Berlina full size di successo che porta numerose innovazioni al segmento in termini di digitalizzazione, nel comfort e nella sportività.
    [ads-post]
    Elegantemente scolpita, l'A6 è la multitalent nella classe di lusso, ossia il segmento E delle executive cars. Il sistema multimediale MMI completamente digitale offre funzionalità intuitive con ampie soluzioni di connettività e assistenza alla guida. Le sospensioni combinano un comfort di marcia morbido e un'elevata stabilità con un tocco di eleganza sportività. Tutti i motori hanno un sistema mild-hybrid come equipaggiamento standard per comodità e efficienza.

    Ciò detto, ci concentriamo in modo particolare sul design degli esterni, le dimensioni di Audi A6 2018, sugli interni ed infine vedremo quali sono i motori della nuova berlina di segmento E di Ingolstadt. Infine, vedremo anche prezzi e data di uscita sul mercato italiano.

    Dimensioni della nuova A6, design esterno e capacità del bagagliaio

    Come i modelli A8 e A7 Sportback, l'A6 è l'ambasciatore espressivo della nuova Audi linguaggio del design. Con superfici tese, spigoli vivi e linee sorprendenti, la berlina business trasmette inconfondibilmente il suo carattere: eleganza sportiva, alta tecnologia e raffinatezza.

    Misure esterni: altezza, lunghezza, larghezza e passo

    Qui sotto trovate lo schema tecnico con le prime misure esterne.

    audi a6 2018 schema dimensioni e misure - lunghezza, altezza, passo, sbalzo posteriore e anteriore

    Come potete leggere, con le sue dimensioni esterne Audi A6 2018 evidenzia proporzioni equilibrate, con un design che è contraddistinto da un muso lungo, passo notevole e sbalzi ridotti, in particolare sull'anteriore la distanza tra la parte estrema del muso e l'asse è di 92 cm mentre sul posteriore 1,095 metri. Le misure della nuova A6 dimostrano ciò, ed infatti abbiamo una lunghezza di 4.939 millimetri (7 millimetri in più lunghi del modello uscente), la larghezza è stata aumentata di 12 millimetri ed è pari a 1,886 millimetri, mentre l'altezza a 1,457 metri aumentando di 2 millimetri rispetto alla settima generazione.

    Nella seconda immagine, invece, potete leggere altri dati interessanti che riguardano per esempio la larghezza con specchietti dell'Audi A6 2018 (2,11 metri) e senza questi (1,87 metri), la carreggiata anteriore (1,63 metri) e posteriore (1,617 metri) ed anche l'altezza totale da terra fino al punto più alto del tetto che è di 1 metro e 46 centimetri.

    audi a6 2018 dimensioni, altezza totale, carreggiata, larghezza con e spenza specchietti

    Confronto con la generazione precedente

    Vi ho accennato che in termini di dimensioni, la nuova A6 2018 cresce quasi in tutte le misure rispetto al modello precedente uscito nell'anno 2012 e qui sotto vi riporto una tabella che mette a confronto la generazione 8 e la 7 della berlina di segmento E di casa Audi.


    Scorrete la tabella in orizzontale quando visualizzate su dispositivi mobile.

    [Metri]
    A6 2018
    A6 2012
    Altezza Lunghezza Larghezza Passo
    1,4574,9391,8862,924
    - 2 mm- 7 mm- 12 mm- 12 mm

    Da notare come è cresciuto più il passo che la lunghezza, il che significa che cresce più il confort interno che la capacità del bagagliaio, come dimostra la cifra relativa al volume del vano bagagli.

    Capacità del bagagliaio

    In quanto alla capacità del bagagliaio, la nuova A6 2018 ha un vano bagagli che offre più larghezza di carico, tanto per fare un esempio due sacche da golf possono essere sistemate orizzontalmente senza alcun problema. Dato che l'aumento di lunghezza è dovuto più all'aumento del passo, la capacità rimane invariata e pari a 530 litri. Il cofano del bagagliaio può essere aperto elettricamente con un movimento del calcio, gesto molto comodo quando si deve caricare qualcosa mentre le mani sono occupate.

    Design deli esterni: aerodinamica al top con Cx 0.24 da record

    Personalmente trovo la nuova A6 così bella che non saprei da dove partire nella descrizione del design esterno.

    design audi a6 2018 griglia single frame frontale copia

    Sul frontale, spicca l'ampia griglia single-frame con il logo di Audi al centro e due radar posizionati all'interno della calandra in posizione diametralmente opposta. L'A6 ha nuovi fari dal design rinnovato soprattutto per ciò che riguarda la firma delle luci di cui vi parlerò di seguito. Sotto ai gruppi ottici, due ampie prese d'aria ed il cofano presenta nervature che danno carattere muscoloso alla carrozzeria.

    Continuiamo ora a girare intorno alla vettura e guardiamo la foto del profilo laterale.

    audi a6 2018 design profilo laterale

    Nella vista laterale, abbia tre linee importanti che hanno il merito di ridurre l'altezza visiva dell'auto, anche se guardandola bene di nervature se ne vedono addirittura 5, distribuite sulle diverse zone.

    Molto tese le linee che circondano le ruote, così come quella del tetto che si assottiglia nei montanti C. Le cromature intorno ai finestrini accentuano la forma del profilo e nella parte posteriore abbiamo una striscia cromata che collega le luci posteriori, come potete vedere voi stessi nella foto dell'A6 2018 nella vista posteriore che vi riporto qui sotto.

    audi a6 2018 design posteriore

    Dei colori disponibili ve ne parlo in un'articolo a parte non appena saranno disponibili tutte le informazioni, ma vi inizio ad accennare che la gamma di vernici per la nuova Audi A6 offre una scelta di 14 colori, sette dei quali sono completamente nuovi. Inoltre alla versione base, i clienti possono scegliere tra le due linee di design denominate "SPORT" e "DESIGN" così come il pacchetto S line exterior. Le differenze tra le due versioni sono in molti dettagli, ad esempio la calandra frontale Singleframe cambia tanto, così come le prese d'aria laterali. Tutte le linee e tutti i colori usano il gioco di luci e ombre, accentuando così l'impressione di una carrozzeria scolpita e muscolosa. Vi riporto ora una foto che mostra il design della nuova A6 vista lateralmente, per commentarla subito dopo.

    audi a6 2018 design vista laterale

    Come vedete nell'immagine, il profilo è molto fluido e disegnato per minimizzare al massimo la resistenza con l'aria, infatti l'aerodinamica arriva a livelli davvero notevoli con un coefficiente di resistenza minima Cx di 0,24 che unito alla sofisticata aeroacustica, rende la Berlina piacevolmente silenziosa, anche ad alta velocità.

    Un secondo fattore è l'alta rigidità del corpo che costituisce la base per la sensazione di alta qualità e una maneggevolezza sportiva. Per ciò che riguarda i materiali utilizzati, Audi utilizza una costruzione mista di acciaio e alluminio nella scocca. Componenti come la cupola del supporto di ammortizzazione della carrozzeria sono in alluminio, così come le portiere, i coperchi del cofano, il bagagliaio e i parafanghi.

    Il design dei nuovi fari

    Andiamo ora a commentare la linea dei nuovi gruppi ottici partendo con questa foto dell'A6 che mostra come sono i nuovi fari anteriori quando sono accesi.


    audi a6 2018 design fari frontali anteriori

    Il progetto illuminotecnico enfatizza il carattere tecnico della nuova A6. Audi fornisce i fari in tre diverse versioni. Nella versione top-gamma, abbiamo i fari HD Matrix LED, con cinque linee orizzontali che formano la firma della luce in marcia diurna e sottolineano la larghezza del frontale. Subito sopra questa fascia luminosa ci sono i moduli anabbaglianti che sembrano pupille. 

    audi a6 2018 design fari posteriori
    Passando a osservare la foto dei fari posteriori, vediamo come lLa firma delle luci è composta da una singola linea orizzontale e nove segmenti verticali per ogni unità; la luce degli stop riempie invece le aree intermedie. L'indicatore di direzione è di tipo dinamico-progressivo. 

    Abbiamo quindi finito la parte che riguarda gli esterni e ci accingiamo ad aprire la portiera e scoprire com'è la nuova A6 2018 all'interno. Quando si sbloccano e si chiudono le porte, un piacevole suono dà vita alla combinazione di design e tecnologia che contraddistingue la nuova berlina executive Audi. 

    Passiamo quindi a scoprire l'abitacolo interno ed in un paragrafo tornerò a parlarvi delle dimensioni, facendo riferimento, appunto, agli interni.

    Gli Interni della A6 2018: dentro l'abitacolo, sensazione premium assoluta

    Audi offre due diversi pacchetti di illuminazione per gli interni di A6: il pacchetto di illuminazione ambientale e il pacchetto di illuminazione ambientale di contorno. Entrambi animano sottilmente lo spazio, il volume e il materiali. L'illuminazione ambientale fa galleggiare il cruscotto e la console centrale. Il l'illuminazione del contorno riproduce le linee chiare dell'architettura interna e può essere impostata su 30 colori diversi.

    interni nuova audi a6 2018
    Gli interni della nuova Audi A6 2018 sono caratterizzati da un design a pannello nero: un look accattivante che esprime il competenza tecnica e carattere digitale della berlina commerciale. Questo crea un salotto rilassante con un'atmosfera che si presenta minimale e concreta. L'elegante quadro strumenti e la linea orizzontale calma e continua creano un'atmosfera ariosa spaziosità. La console centrale nella nuova Audi A6 è diretta al conducente; la migliore risposta al tocco MMI anche il display è leggermente inclinato a sinistra. Con il suo aspetto di pannello nero, quasi scompare in un clip in alluminio quando è spento. Il display si attiva quando si apre una porta; la sua grafica l'interfaccia utente appare ridotta, in linea con il design dell'abitacolo interno.

    audi a6 2018 interni quadro strumenti e strumentazione

    Dimensioni degli interni

    L'interno della nuova Audi A6 è ancora più grande rispetto al modello in uscita. Per quanto riguarda lo spazio per le gambe nella parte posteriore, batte il modello in uscita e i principali concorrenti. Anche l'altezza libera e la zona delle spalle nella parte anteriore e posteriore sono superiori al modello in uscita. 

    audi a6 2018 dimensioni interne, spazio passeggeri, lunghezza e larghezza bagagliaio

    Colori e materiali degli interni

    [youtube src="eyR4nSgPnN0"/]
    Abbiamo una vasta gamma di colori e materiali disponibili per gli interni dell'A6 con design interno dalle caratteristiche molto diverse, dall'elegante allo sport, dal tecnico al futuristico. Sono disponibili cinque versioni: basic, sport, design, design selection e pacchetto sportivo S line (con Ruote da 19 pollici e sospensione sportiva). Ogni variante è associata a diversi concetti di colore. La scelta e l'uso dei materiali - dal rivestimento in legno a poro aperto attraverso la tappezzeria in pelle sul pannello degli strumenti - attestano l'alta qualità senza compromessi della nuova berlina. Audi offre il pacchetto esterno S line come optional per tutte le linee di equipaggiamento.


    audi a6 2018 colori interni beige chiaro passeggeriI nuovi sedili sottolineano il carattere dell'Audi A6 di berlina a lunga percorrenza. Con le loro numerose funzioni di regolazione, i sedili anatomici personalizzati, anteriori, disponibili opzionalmente con ventilazione e massaggio, offrono un comfort eccezionale. Anche un buon clima interno è assicurato: il pacchetto opzionale di qualità dell'aria migliora l'aria con due sottili fragranze, uno ionizzatore e un filtro inquinante efficace. Con le sue ampie sezioni in vetro, il tetto panoramico in vetro panoramico inonda l'interno di luce. Ulteriori caratteristiche di praticità includono i tergicristalli con getti di lavaggio integrati e il parabrezza riscaldato opzionale.

    Altre caratteristiche tecniche

    Giunge al termine questo primo focus sulla nuova Audi A6 modello 2018, ma voglio lasciarvi qualche anticipazione per ciò che riguarda le caratteristiche tecniche, quindi i motori e la tecnologia a bordo e poi informazioni circa quando sarà disponibile nei concessionari e quindi quando inisieranno le vendite.

    Caratteristiche dei motori

    La nuova Audi A6 sarà all’inizio disponibile con tre motorizzazioni turbo a 6 cilindri, e cambia anche il modo in cui i propulsori vengono identificati. Abbiamo un numero a due cifre che indice non tanto la cilindrata, ma la potenza. I motori disponibili al lancio in Italia saranno i seguenti:
    1. 55 TFSI 250 kW/340 CV, V6, quattro S tronic
    2. 50 TDI 210 kW/286 CV, V6, quattro tiptronic
    3. 45 TDI 170 kW/231 CV, V6, quattro tiptronic
    Tutti i motori della nuova A6 saranno dotati della nuova tecnologia mild-hybrid di Audi che vede uno starter alternatore a cinghia (BAS) in funzione insieme a una batteria agli ioni di litio. L'Audi A6 può in questa modalità può viaggiare tra 55 e 160 km / h. La funzione start-stop è attivo fino a 22 km/h e  il motore viene riavviato non appena il veicolo davanti inizia a muoversi. Durante la decelerazione, il BAS recupera fino a 12 kW di energia.

    Ulteriori dettagli li vedremo sul mio focus su motori e tecnologia della nuova A6, visto che c'è ancora tanto da dire su questa vettura.

    Data uscita in Italia, prezzi e sito di produzione

    La nuova Audi A6 dovrebbe uscire dalla catena di montaggio nel sito di Neckarsulm e sarà lanciata sul sito mercato a giugno 2018. Il prezzo base della versione che sarà in Italia quella più venduta, ossia Audi A6 Sedan 50 TDI quattro, è di euro 58.050.

    Link utili

    EDIT

    Jaguar I-Pace: Data Uscita, Dimensioni e Prezzi

    Nel 2018 è in uscita un SUV Jaguar elettrico "elettrizzante", capace di uno sprint 0-100 in soli 4 secondi

    Manca veramente poco per l'uscita della Jaguar I-Pace. L'auto,  di cui vi ho già parlato nella precedente anteprima, è pronta per la sua presentazione che si terrà al Salone di Ginevra e quindi la data è fissata per l'8 Marzo, giorno in cui inizieranno tutte le presentazioni dei nuovi modelli. A proposito di ciò, vi invito a leggere tutte l'elenco delle nuove auto in uscita nel 2018 ed il calendario mese per mese, tra presentazioni, nuove generazioni e vetture mai viste finora.

    Con questo nuovo modello, la casa automobilistica inglese mira all' elettrico sportivo e racing. Per le sue dimensioni, si posizionerà nel segmento delle crossover medie, sarà in vendita per la prossima primavera e protagonista del prossimo campionato monomarca di una EV derivata dalla serie. Forte di un motore da 400 cavalli e più di 500 Km di autonomia, sfiderà nelle concessionarie l' Audi e-tron Sportback ed andrà a competere anche con le elettriche del mondo Tesla.

    Anticipazioni sulla Jaguar I-PACE e caratteristiche

    E' caratterizzata da motori elettrici su entrambi gli assi che assicurano la trazione integrale e il pacco batteria posizionato proprio sotto al pavimento e entro gli assi. Tutto questo rende il veicolo molto divertente e dinamico.

    Data Uscita: quando sarà disponibile in Italia il SUV elettrico Jaguar?

    Come scritto nell'introduzione, la data di uscita è fissata per la primavera, quindi presumibilmente verso la fine di Aprile 2018 ma vedremo quali informazioni verranno rilasciate dalla casa automobilistica inglese dopo la presentazione al Salone di Ginevra.

    Jaguar I-PACE

    Motori elettrici con sprint 0-100 in soli 4 secondi

    L'I-PACE non scherza mica in quanto a prestazioni, infatti sarà una vera velocista a lunga distanza che accelera da 0 a 100 Km/h in circa 4 secondi, con un'autonomia delle batterie di oltre 500 km garantito dalla batteria agli ioni di litio da 90 kWh. La carica è facile e veloce, con una ricarica dell'80 percento in soli 90 minuti con la corrente continua da 50kW.
    [ads-post]
    I motori elettrici compatti e leggeri sull'assale anteriore e posteriore generano una potenza combinata di 400 CV e 700 Nm di coppia, con i vantaggi per tutte le stagioni della trazione integrale. L'I-PACE offrirà anche l'agilità, il comfort di guida e la raffinatezza che lo distingueranno da tutti gli altri veicoli elettrici: sarà una vera Jaguar e una vera autovettura.

    Interni caratterizzati dal design minimale di Jaguar

    jaguar i-pace interni

    La Jaguar I-Pace  è ovviamente molto sportiva, tuttavia questo non significa che essa abbia spazio limitato. Infatti, il powertrain elettrico, il passo lungo e l' abitacolo avanzato assicurano ampio spazio all' interno e versatilità per i passeggeri.

    Dimensioni esterne del SUV I-PACE e design

    Jaguar I-PACE
    Per ciò che riguarda le dimensioni esterne, la Jaguar I-PACE avrà probabilmente una lunghezza intorno ai 4 metri e 70 centimetri, e sarà alta circa un metro e 56. La carrozzeria e' caratterizzata da sbalzi molto ridotti e da un passo piuttosto lungo che addirittura potrebbe superare i 3 metri. Tutto ciò grazie alla configurazione data dalla motorizzazione elettrica.

    Sulla concept sono presenti anche due bagagliai che ritroveremo anche sulla I-Pace di serie, quello in coda e' da 530 litri, mentre l' anteriore ha una capacità di soli 28 litri. Inoltre il diffusore contribuisce all' efficienza aerodinamica.

    Stima dei Prezzi: quanto costerà il SUV elettrico di Jaguar?

    Per quanto riguarda i prezzi, la Jaguar I-Pace S nella sua versione entry level costerà a partire da 82.000 euro, comprensivo di cerchi da 18" e impianto audio Meridian. Mentre la I-Pace SE: 90.000 euro con cerchi da 20", cruise contro l 'adattivo, interni in pelle e portellone posteriore elettrico. La Jaguar I-Pace HSE parte invece da 97.000 euro con dei sedili elettronici in 18 posizioni, riscaldabili, fari Matrix e impianto Meridian Surround Audio. Uscirà molto probabilmente anche la Jaguar I-Pace First Edition da 106.000 euro che sarà il top di gamma e avrà head-up display,  con delle sospensioni pneumatiche e il tetto panoramico.

    Leggi anche

    EDIT

    Motori Mercedes GLC SUV: Gamma Motorizzazioni Diesel e Benzina

    Tre le motorizzazioni previste per la tedesca GLC versione SUV, tra benzina, diesel e presto anche un propulsore Hybrid

    Mercedes GLC SUV è il nuovo SUV medio di Mercedes-Benz che eredita il comfort, la funzionalità e la tecnologia di Classe C, riproponendole in una veste inedita e sorprendente. Rispetto a GLK, suo predecessore, il nuovo GLC è dotato di motori che permettono di ridurre i consumi fino al 19%, inoltre l’eccellente aerodinamica e l’intelligente impiego di materiali leggeri contribuiscono alla sua elevata efficienza energetica. Assieme ai consumi, scendono anche le emissioni di CO2 per aiutare l'ambiente.

    La grande novità del Mercedes GLC dal punto di vista dei motori, è l’innovativo propulsore ibrido benzina-elettrico denominato "350 e", che si pone ai vertici dell’efficienza e delle prestazioni. Grazie ad un’unità termica benzina da 1.991 cm3 di cilindrata, capace di garantire 155 kW/211 CV e una coppia massima di 350 Nm, e ad un’unità elettrica PLUG-IN, che genera una coppia sempre disponibile di 340 Nm e 85 kW/116 CV, le due unità sono capaci di esprimere insieme una potenza complessiva pari a ben 327 CV con soli 2,6 lt/100 km.

    In totale i motori della Mercedes GLC sono 3, di cui due diesel common rail ed uno benzina, tutti con cambio automatico 4MATIC.

    Scopriamo insieme tutti i dettagli sui motori della Mercedes GLC SUV.

    motori mercedes glc

    Motorizzazioni Mercedes GLC SUV diesel e benzina: dati tecnici, consumi dichiarati, velocità massima, potenza, coppia massima, emissioni di CO2

    Motori Diesel

    Abbiamo un 220 d 4MATIC con 4 cilindri in linea per una ciliindrata di 2.143 cm³, potenza di 125 kW che corrispondono a 170 CV con una coppia massima di 400 Nm che gli permettono di raggiungere una velocità massima pari a 210 Km/h, ed emissioni pari a 129 grammi per chilometro percorso. I consumi del motore diesel 220 d della Mercedes GLC SUVdichiarati sono pari a 5 litri di gasolio per 100 chilometri, il che significa che con 1 litro potreste percorrere 20 chilometri. Sono molto ottimistici, ma presto pubblicherò un articolo sui consumi effettivi in base ai testi di riviste specialistiche del settore.

    Qui sotto, tutte le caratteristiche del motore diesel 220 d di Mercedes GLC SUVcome la potenza, coppia massima, i consumi, la velocità massima e il tempo di accelerazione da 0 a 100.

    Motore e prestazioni
    Motore GLC 220 d Diesel
    Cilindri
    4 in linea
    Cilindrata (cm³)
    2.143
    Potenza nominale (kW a giri/min)
    – (125 /3.000–4.200)
    Coppia nominale [Nm a giri/min]
    – (400/1.400–2.800)
    Rapporto di compressione
    16,2 : 1
    Accelerazione 0–100 km/h (s)
    – (8,3)
    Velocità massima (km/h)
    – (210)
    Categoria di emissioni
    (Euro 6)
    Funzione ECO start/stop
    – (sì)
    Alimentazione
    Diesel
    Capacità serbatoio (riserva)
    50/7
    Consumi ciclo urbano (l/100 km)
    – (6,3–5,5)
    Consumi ciclo extraurbano (l/100 km)
    – (5,1–4,7)
    Consumi ciclo combinato (l/100 km)
    – (5,5–5,0)
    Emissioni di CO2 (g/km) ciclo combinato
    – (143–129)
    Trazione
    Integrale permanente
    Cambio
    – (9G-TRONIC)

    Il secondo motore diesel è il 250 d 4MATIC con stesse caratteristiche del 220 d in termini di cilindrata, ma capace di erogate una potenza massima di 150 kW (204 CV) con coppia massima pari a 500 Nm ed emissioni anche queste uguali al motore 220 d, cioè di 129 grammi di CO2 emessi ogni Km. Consuma 5 litri ogni 100 km nel ciclo combinato e raggiunge una velocità massima dichiarata pari a 222 Km/h.

    Qui sotto, tutte le caratteristiche del motore diesel 250 d di Mercedes GLC SUVcome la potenza, coppia massima, i consumi, la velocità massima e il tempo di accelerazione da 0 a 100.

    [ads-post]

    Motore e prestazioni
    Motore GLC 220 d Diesel
    Cilindri
    4 in linea
    Cilindrata (cm³)
    2.143
    Potenza nominale (kW a giri/min)
    – (150 / 3.800)
    Coppia nominale [Nm a giri/min]
    – (500/1.600–1.800)
    Rapporto di compressione
    16,2 : 1
    Accelerazione 0–100 km/h (s)
    – (7,6)
    Velocità massima (km/h)
    – (222)
    Categoria di emissioni
    (Euro 6)
    Funzione ECO start/stop
    – (sì)
    Alimentazione
    Diesel
    Capacità serbatoio (riserva)
    50/7
    Consumi ciclo urbano (l/100 km)
    – (6,3–5,5)
    Consumi ciclo extraurbano (l/100 km)
    – (5,1–4,7)
    Consumi ciclo combinato (l/100 km)
    – (5,5–5,0)
    Emissioni di CO2 (g/km) ciclo combinato
    – (143–129)
    Trazione
    Trazione integrale permanente
    Cambio
    – (9G-TRONIC)

    Motori benzina

    Più per motori, in realtà "motore" perché al momento ne è previsto uno solo a iniezione diretta. E' un 250 cilindrata 2000, cambio automatico 4MATIC, 155 kW di potenza massima (211 CV) e coppia massima di 350 Nm. Raggiunge una velocità massima pari a 222 km/h consumando 6.5 litri di benzina per chilometro nel ciclo combinato. Infine, le emissioni di CO2 del motore benzina di GLC sono pari a 152 g/km.

    Qui sotto, tutte le caratteristiche del motore benzina 250 di Mercedes GLC come la potenza, coppia massima, i consumi, la velocità massima e il tempo di accelerazione da 0 a 100.

    Motore e prestazioni
    Motore GLC 220 d Diesel
    Cilindri
    4 in linea
    Cilindrata (cm³)
    2.143
    Potenza nominale (kW a giri/min)
    – (150 / 3.800)
    Coppia nominale [Nm a giri/min]
    – (500/1.600–1.800)
    Rapporto di compressione
    16,2 : 1
    Accelerazione 0–100 km/h (s)
    – (7,6)
    Velocità massima (km/h)
    – (222)
    Categoria di emissioni
    (Euro 6)
    Funzione ECO start/stop
    – (sì)
    Alimentazione
    Diesel
    Capacità serbatoio (riserva)
    50/7
    Consumi ciclo urbano (l/100 km)
    – (6,3–5,5)
    Consumi ciclo extraurbano (l/100 km)
    – (5,1–4,7)
    Consumi ciclo combinato (l/100 km)
    – (5,5–5,0)
    Emissioni di CO2 (g/km) ciclo combinato
    – (143–129)
    Trazione
    Trazione integrale permanente
    Cambio
    – (9G-TRONIC)

    Motore ibrido: benzina/elettrico

    Il motore elettrico della GLC, o meglio ibrido, non è previsto al momento del lancio, ma lo sarà nel corso dell'anno. E' un motore Mercedes 350 che combina la potenza del motore benzina e di quello elettrico. Il motore termico a benzina da 1.991 cm3 di cilindrata, è capace di garantire 155 kW/211 CV e una coppia massima di 350 Nm, mentre l'unità elettrica PLUG-IN genera una coppia sempre disponibile di 340 Nm e 85 kW/116 CV. Le due unità sono capaci di esprimere insieme una potenza complessiva pari a ben 327 CV con soli 2,6 lt/100 km.

    Confronto motori Mercedes GLC

    Infine, vi lascio una tabella con le caratteristiche principali dei motori della nuova Mercedes GLC.

    motori Mercedes GLC caratteristiche consumi potenza
    EDIT
    Powered by Blogger.