Dmotori: Uscita - Dimensioni - Interni - Prezzi - Colori: 2016
Visualizzazione post con etichetta 2016. Mostra tutti i post

Motori Alfa Stelvio Diesel e Benzina: Caratteristiche - Prestazioni - Consumi

Sapevamo tutti del motore 2.9 Biturbo 510 CV della Stelvio Quadrifoglio, ma ora conosciamo anche tutte le altre motorizzazioni destinate al mercato italiano

Il primo SUV Alfa Romeo ormai tutti sanno che si chiama Stelvio, nome che già conoscevamo da tempo, ma c'erano alcune caratteristiche che invece erano fino al 16 novembre 2016 ancora delle indiscrezioni, giorno in cui l'auto è stata presentata al pubblico al salone di Los Angeles, catturando l'attenzione di ogni giornalista. E così, tra ciò che era da confermare, c'erano i motori disponibili sul mercato italiano alla sua uscita in particolare, era nota la motorizzazione più spinta della versione Quadrifoglio con motore 2.9 biturbo benzina da 510 CV di potenza che è poi lo stesso della omonima versione della berlina Giulia, ma le altre unità erano ancora una incognita.

E bene, oggi possiamo dirvi con certezza con quali motorizzazioni la Stelvio sarà disponibile alla vendita in Italia: abbiamo complessivamente 5 motori incluso quello già nominato prima.
Scopri anche i probabili prezzi di Alfa Romeo Stelvio
Iniziamo a parlarvi del primo motore.

2.9 Biturbo benzina da 510 CV per la Stelvio Quadrifoglio

Stelvio adotterà nella sua versione Quadrifoglio un propulsore unico per tecnologia e performance, ossia il 2.9 V6 BiTurbo benzina da 510 CV abbinato al cambio automatico a otto marce. Ispirato da tecnologie e competenze tecniche Ferrari, il motore BiTurbo benzina 6 cilindri è totalmente in alluminio per ridurre i pesi assoluti della vettura, in particolare quello sull'asse anteriore. Ovviamente, come tutti i motori della nuova generazione Alfa Romeo, il performante 2.9 V6 Biturbo benzina di Stelvio Quadrifoglio si contraddistingue anche per il rombo genuinamente Alfa Romeo. Infine, il cambio ZF automatico a 8 marce presenta una calibrazione specifica tale da permettere di effettuare le cambiate in soli 150 millisecondi in modalità Race.

Prestazioni e consumi

Non si conoscono ancora tutti i dettagli circa le prestazioni di questo motore della Stelvio, ma Alfa Romeo ha anticipato qualcosa circa l'accelerazione 0-100 km/h che avverrà in circa 3.9 secondi, che è un numero niente male considerando il tipo di vettura, mentre la velocità massima che promette di raggiungere sarà pari a ben 285 chilometri orari. Inoltre, passando ai consumi di questa motorizzazione, sebbene i valori di potenza e coppia siano sensazionali, il 2.9 BiTurbo benzina da 510 CV è straordinariamente efficiente nei consumi, grazie al sistema di disattivazione dei cilindri a controllo elettronico. 

Ma passiamo subito a conoscere le caratteristiche dei motori più "umani" del SUV Stelvio.

Alfa Stelvio con 5 motori diesel e benzina, con potenze tra 150 e 510 CV

Il motore benzina 2.0 Turbo 4 cilindri

Oltre a questo propulsore da 510 CV, esclusivo delle versioni Quadrifoglio, tra le altre motorizzazioni nella gamma Stelvio è confermato il 2.0 Turbo benzina 4 cilindri costruito interamente in alluminio che eroga una potenza di 280 CV a 5.250 giri/min e coppia massima di 400Nm a 2.250 giri/min, abbinato ad un cambio automatico a 8 marce.

[ads-post]

3 motori alimentati a diesel per potenze di 150, 180 e 210 cavalli

Infine, abbiamo le unità della Stelvio che in Italia saranno più interessanti, ossia quelli alimentati a diesel, ed avremo un primo motore 2.2 da 210 CV di potenza che sarà disponibile in due versioni con o senza trazione integrale, con la spinta del SUV affidata alle ruote posteriori nel caso di motorizzazione a due ruote motrici. Lo stesso motore sarà poi venduto anche in due versioni depotenziate da 180 e 150 cavalli potenza, con la possibilità di scegliere anche qui di avere o meno la trazione su tutte e 4 ruote o solo sulle due posteriori.

Ricapitolando, ecco l'elenco con i 5 diversi motori della Stelvio:
  • 2.2 Diesel 150 CV
  • 2.2 Diesel 180 CV
  • 2.2 Diesel 210 CV
  • 2.0 Benzina Turbo 280 CV
  • 2.9 Benzina BiTurbo 510 CV

Quali motori saranno disponibili all'uscita?

Sicuramente vedremo i 3 motori diesel ed il benzina biturbo da 510 CV della Quadrifoglio, per poi vedere nei mesi successivi anche l'altra motorizzazione alimentata a benzina da 280 CV, magari su di una ipotetica versione "Veloce" della Stelvio.

A presto per approfondimenti e per conoscere meglio prestazioni e consumi dell'Alfa Stelvio con sotto il cofano le diverse motorizzazioni.

Vedi anche

- prezzi probabili Alfa Romeo Stelvio intorno i 40.000€ ed ecco perché
- video presentazione di Alfa Romeo Stelvio
- SUV Ferrari anteprima e notizie
EDIT

Dopo tanta attesa, finalmente è stato svelato al salone di Los Angeles il primo SUV del marchio italiano in versione Quadrifoglio: Stelvio.

La "meccanica delle emozioni" in un SUV sorprendente per design, prestazioni e tecnologia che racchiude in sé l'autentico spirito Alfa Romeo. Un nome che evoca imprese straordinarie sul valico montano più alto d'Italia. Stile italiano che esprime senso delle proporzioni, semplicità e qualità delle superfici.

Scopriamo in anteprima, la nuova Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio

Ecco il motore

Dotato del potente motore 2.9 V6 Biturbo benzina da 510 CV, ispirato da tecnologie e competenze tecniche Ferrari. Trazione integrale con tecnologia Q4 progettata per gestire la motricità del veicolo in tempo reale. Soluzioni tecniche avanzate ed esclusive tra le quali la tecnologia Torque Vectoring, per il massimo controllo della trazione, e l'Integrated Brake System che riduce sensibilmente lo spazio di frenata su qualsiasi fondo stradale.

Esperienza di guida esaltante grazie all'esclusiva architettura delle sospensioni AlfaLinkTM, alla perfetta distribuzione dei pesi e a un eccellente rapporto peso/potenza.
Tra le altre motorizzazioni nella gamma Stelvio il 2.0 Turbo benzina da 280 CV con cambio automatico a 8 marce.

Alfa Romeo Stelvio svelto a Los Angeles 2016: caratteristiche

Presentazione avvenuta a Los Angeles, 16 Novembre 2016

Oggi al Salone Internazionale di Los Angeles debutta, nella versione Quadrifoglio, la nuova creazione meccanica firmata Alfa Romeo: si chiama Stelvio ed è il primo SUV del marchio in oltre un secolo di storia.
Destinato a diventare il punto di riferimento del segmento, il nuovo modello racchiude in sé l'autentico spirito Alfa Romeo, declinato nei cinque elementi che ne fanno uno dei marchi automobilistici più desiderabili al mondo: design distintamente italiano; motori all'avanguardia e innovativi; perfetta distribuzione dei pesi; soluzioni tecniche uniche; eccellente rapporto peso/potenza.

Dov'è stata prodotta

Nato nell'esclusivo centro d'ingegneria Alfa Romeo a Modena, nel cuore della Motor Valley italiana, il SUV Stelvio sarà realizzato nella rinnovata fabbrica di Cassino su una linea di produzione dedicata esclusivamente ai nuovi modelli Alfa Romeo, come l'affascinante Giulia che ha dato vita nel 2015 alla nuova era del marchio, attraverso i suoi rivoluzionari canoni di stile, sportività e tecnologia. Oggi, gli stessi ingredienti adattati a una nuova categoria di automobili, ritornano nell'originale SUV Stelvio: stile sportivo al 100% Alfa Romeo, prestazioni di assoluta eccellenza e una dotazione tecnologica e tecnica che non conosce paragoni nel segmento dei SUV compatti premium.

L'origine del nome Stelvio

Del resto, fin dal suo nome il nuovo SUV del Biscione assicura un'esperienza di guida entusiasmante che di certo sorprenderà anche il guidatore più esigente ed esperto. Infatti, il passo dello Stelvio è il valico montano più alto d'Italia (secondo in Europa) e la strada statale omonima che lo attraversa si snoda per più di 20 chilometri e conta oltre 75 tornanti, paesaggi mozzafiato e una rapida e inebriante variazione di altitudine fino a raggiungere i 2.758 metri del passo. Nel corso degli anni, qui si sono cimentati campioni dell'automobilismo e del ciclismo, creando così una vera e propria leggenda sportiva. Importante via di comunicazione anche nel periodo bellico del secolo scorso, oggi questa strada sinuosa è diventata sinonimo di viaggio e vacanza. Per affrontarla nel migliore dei modi, magari condividendola con le persone più care, esiste un solo SUV che permette di godere appieno di quest'esperienza unica al mondo, grazie alla sua perfetta combinazione di piacere di guida, stile italiano e versatilità: Alfa Romeo Stelvio.

Stile Alfa Romeo che sorprende per bellezza e pulizia delle linee

Alfa Romeo Stelvio nasce dal perfetto equilibrio tra heritage, velocità e bellezza: è una vera e propria alchimia magica che appartiene alla storia ultrasecolare del marchio. Per ottenerla, ieri come oggi, è necessario coniugare, sapientemente, le tre caratteristiche peculiari del design italiano: il senso delle proporzioni, la semplicità e la cura per la qualità delle superfici. Sono gli stessi ingredienti che hanno dato vita al modello Giulia - il nuovo paradigma Alfa Romeo e fonte d'ispirazione per il futuro - che sono stati ovviamente rielaborati accuratamente per essere adeguati a un volume diverso come quello di una sport utility.

[ads-post]

Dimensioni e proporzioni

In particolare, le proporzioni di Stelvio esprimono compattezza, forza e dinamicità come dimostrano le dimensioni contenute: 468 centimetri di lunghezza, 165 cm di altezza e 216 cm di larghezza.
Impressione confermata anche in vista laterale, dove la linea complessiva suggerisce una vettura compatta che parte dall'anteriore e si sviluppa verso il posteriore, con un abitacolo che si chiude sul lunotto particolarmente inclinato e sovrastato da uno spoiler che assicura la migliore prestazione aerodinamica, fattore cruciale per una vettura con queste prestazioni.

Lo stile puramente Alfa Romeo

Lo stile Alfa Romeo si caratterizza anche per la qualità delle superfici, che significa creare riflessi ricchi e armoniosi attraverso i volumi. Il risultato finale è una forma scultorea che, ad esempio, sulla fiancata di Stelvio fa sorgere forti contrasti tra le superfici che prendono luce e quelle che rimangono in ombra. In dettaglio, la zona laterale è accompagnata da una "muscolatura" che sottolinea il passaggio sui parafanghi anteriore e posteriore.
Sulla versione Quadrifoglio presentata a Los Angeles, spicca una minigonna in tinta carrozzeria impreziosita da un'appendice in carbonio che ne accentua ulteriormente la sportività. Questo contenuto, insieme ai paraurti anteriore e posteriore e ai possenti archi passaruota, tutti dello stesso colore di carrozzeria, fanno sì che Stelvio Quadrifoglio risulti più simile a una berlina sportiva che a un tradizionale SUV di questo segmento.

Il terzo aspetto dello stile Alfa Romeo è la "semplicità" che nasconde uno dei processi creativi più complessi nell'industria: progettare un'automobile. Spetta allo stile, infatti, celare il lungo e complesso lavoro dietro una linea semplice e naturale che metta in risalto l'eleganza delle forme e il gusto raffinato del Made in Italy. Lo stesso approccio pervade l'intera storia del design Alfa Romeo, che si è sempre espresso  attraverso linee pulite e tese. Per questo Stelvio vanta un'identità forte, fatta di pochissimi tratti, come il leggendario trilobo frontale, forse la firma più famosa e riconoscibile nel mondo dell'auto.

Il design del frontale della Stelvio

Inoltre, il frontale di Stelvio Quadrifoglio presenta una forte connotazione di aggressività e potenza, dato soprattutto dalle specifiche prese d'aria per gli intercooler e dalle classiche asole attorno allo scudetto associate a un trattamento "nervoso" delle superfici.
Allo stesso modo, il posteriore di Stelvio cattura subito lo sguardo per la sua sportività come si evince dalla parte inferiore, dove spiccano i quatto terminali di scarico, e soprattutto dalla sua "coda tronca", una soluzione stilistica che conferisce al modello un carattere unico e inconfondibile, oltre che essere un tributo alla storia di Alfa Romeo: infatti, questo tratto distintivo era presente su alcuni dei suoi modelli più prestigiosi legati alla ricerca prestazionale e su alcune delle sue vetture da competizione.

La stessa ispirazione sportiva si ritrova all'interno del SUV Stelvio che è pulito ed essenziale, progettato intorno al guidatore, come dimostra il raggruppamento di tutti i comandi sul volante che è stato disegnato piccolo e diretto per adattarsi a tutti gli stili di guida. Non solo. Il posto di guida è stato forgiato intorno al guidatore con il tunnel diagonale e la plancia leggermente ondulata; ed è stato "cucito" come un abito, con cura artigianale e materiali pregiati: fibra di carbonio, legni e tessuti sono stati scelti per la loro piacevolezza visiva e tattile e assemblati in modo da fare sentire la mano dell'uomo.

Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio - Prestazioni entusiamanti con il  2.9 V6 BiTurbo benzina da 510 CV

Caratteristiche del motore di Stelvio Quadrifoglio

Altro elemento che distingue una vera Alfa Romeo sono i motori all'avanguardia e innovativi. Per questo motivo, Stelvio Quadrifoglio adotta un propulsore unico per tecnologia e performance: 2.9 V6 BiTurbo benzina da 510 CV abbinato al cambio automatico a otto marce.

Ispirato da tecnologie e competenze tecniche Ferrari, il motore BiTurbo benzina 6 cilindri è totalmente in alluminio per ridurre i pesi assoluti della vettura, in particolare quello sull'asse anteriore.

Tra l'altro, sebbene i valori di potenza e coppia siano sensazionali, il 2.9 BiTurbo benzina da 510 CV è straordinariamente efficiente nei consumi, grazie al sistema di disattivazione dei cilindri a controllo elettronico. Ovviamente, come tutti i motori della nuova generazione Alfa Romeo, il performante 2.9 V6 Biturbo benzina di Stelvio Quadrifoglio si contraddistingue anche per il rombo genuinamente Alfa Romeo.

Infine, il cambio ZF automatico a 8 marce presenta una calibrazione specifica tale da permettere di effettuare le cambiate in soli 150 millisecondi in modalità Race. La trasmissione è inoltre dotata di frizione "lock up" che assicura al guidatore una forte percezione di ripresa una volta innestata la marcia. Inoltre, il cambio automatico è in grado, a seconda della modalità del selettore AlfaTM DNA Pro, di ottimizzare la fluidità, il comfort e  la facilità di guida in tutti gli ambiti di utilizzo, compreso quello urbano, e permette di migliorare ulteriormente i consumi di carburante e le emissioni di CO2. Sono di serie le palette del cambio in alluminio sul piantone dello sterzo.

Oltre a questo propulsore da 510 CV, esclusivo delle versioni Quadrifoglio, tra le altre motorizzazioni nella gamma Stelvio è confermato il 2.0 Turbo benzina da 280 CV con cambio automatico a 8 marce. Si tratta di un 4 cilindri costruito interamente in alluminio che eroga una potenza di 280 CV a 5.250 giri/min e coppia massima di 400Nm a 2.250 giri/min. In dettaglio, oltre al sistema elettroidraulico di attuazione valvole MultiAir, tra le peculiarità di questo propulsore spiccano il sistema di sovralimentazione "2-in-1" e l'iniezione diretta con sistema ad alta pressione da 200 bar, che si traducono in una risposta particolarmente pronta ai comandi dell'acceleratore in tutto l'arco di funzionamento e in una notevole efficienza nei consumi.

Soluzioni tecniche uniche ed esclusive

Come da cultura tecnica Alfa Romeo, l'elettronica non deve essere invasiva, ma un semplice ausilio a un'esperienza di guida di per sé esaltante grazie a telaio e sospensioni progettati con cura e passione. Stelvio Quadrifoglio presentata a Los Angeles conferma questa filosofia: è strutturalmente unica ed entusiasmante, ma non rinuncia a numerosi e sofisticati sistemi per rendere ancora più esaltante l'esperienza di guida, già garantita da un'eccellenza tecnica di base.

AlfaTM DNA Pro

Stelvio Quadrifoglio propone il nuovo selettore Alfa DNA Pro che modifica il comportamento dinamico del veicolo in base alle scelte del guidatore: Dynamic, Natural, Advanced Efficiency (modalità di risparmio energetico) e Race (l'ideale per il massimo delle prestazioni).

Trazione integrale con tecnologia Q4

Il SUV Stelvio Quadrifoglio è dotato dell'innovativo sistema di trazione integrale con tecnologia Q4, progettato per gestire la trazione del veicolo in tempo reale, al fine di garantire il massimo livello in termini di prestazioni, efficienza e sicurezza. In estrema sintesi, il sistema Q4 del nuovo SUV Alfa Romeo assicura tutti i vantaggi della trazione integrale e, allo stesso tempo, garantisce consumi ridotti, reattività e tutto il piacere di guida di un'auto a trazione posteriore.
L'architettura del sistema Q4 comprende una scatola di rinvio attiva e un differenziale anteriore progettati per soddisfare i requisiti tecnici specifici di Alfa Romeo, al fine di gestire in tempi molto rapidi una coppia elevata con una configurazione particolarmente compatta e leggera. La scatola di rinvio utilizza una tecnologia di frizione attiva avanzata che assicura una guida estremamente dinamica e, al tempo stesso, consumi ridotti. La rapidità di risposta e la precisione nella ripartizione della coppia sono garantiti dall'attuatore integrato Next-Gen secondo la modalità di guida selezionata tramite l'Alfa DNA Pro.
Nel dettaglio, il sistema Q4 monitora continuamente numerosi parametri per garantire la miglior ripartizione della coppia tra i due assali in funzione dell'utilizzo della vettura e dell'aderenza disponibile a terra. Questa tecnologia è in grado di prevedere le perdite di aderenza delle ruote, affidandosi alle informazioni raccolte dai sensori di accelerazione laterale e longitudinale, di angolo volante e di velocità d'imbardata della vettura. In condizioni normali, Stelvio Quadrifoglio con sistema Q4 si comporta come un veicolo a trazione posteriore: il 100% della coppia è inviato all'assale posteriore. All'approssimarsi del limite di aderenza delle ruote, il sistema trasferisce in tempo reale fino al 50% della coppia motrice all'assale anteriore attraverso una scatola di rinvio dedicata. Per assicurare la massima velocità di reazione nel ripartire la coppia, il sistema sfrutta un elevato sovraslittamento meccanico (fino al 2,5%) tra i due assali, che si traduce in un controllo della vettura ai vertici della categoria in termini di trazione e stabilità direzionale in curva.

AlfaTM Torque Vectoring

La tecnologia Torque Vectoring, per la prima volta abbinata alla trazione integrale Q4, ottimizza la motricità di Stelvio Quadrifoglio e ne accentua il suo carattere sportivo. Le due frizioni, contenute nel differenziale posteriore, consentono di controllare separatamente la coppia per ciascuna ruota. In questo modo, la trasmissione della potenza a terra migliora anche in situazioni di guida al limite. Ciò permette di condurre l'auto in modo sicuro e sempre molto divertente, senza mai ricorrere a interventi invasivi da parte del controllo di stabilità.

Sospensioni con tecnologia esclusiva AlfaLinkTM

Per l'avantreno di Stelvio Quadrifoglio è stata scelta la sospensione a doppio braccio oscillante con asse di sterzo semi-virtuale, che ottimizza l'effetto filtrante e consente di sterzare in modo rapido e preciso. È un'esclusiva Alfa Romeo che, mantenendo costante l'impronta a terra dello pneumatico in curva, è in grado di garantire accelerazioni laterali elevate. In qualunque situazione e velocità, la guida di Alfa Romeo Stelvio  è sempre naturale e istintiva. Il retrotreno presenta la soluzione a quattro bracci e mezzo - brevetto Alfa Romeo - che assicura contemporaneamente  prestazioni, piacere di guida e comfort. Lo smorzamento è assicurato da elementi a controllo elettronico che si adattano istante per istante alla condizioni di guida e permettono di scegliere tra un comportamento più orientato alle prestazioni oppure al comfort.

Integrated Brake System (IBS) e dischi carbo-ceramici

Esclusivo del marchio Alfa Romeo e dopo aver debuttato per la prima volta su Giulia, anche Stelvio Quadrifoglio propone l'innovativo Integrated Brake System (IBS), il sistema elettromeccanico che combina il controllo di stabilità con il tradizionale servofreno garantendo una risposta istantanea del freno, limitando  quindi la distanza di arresto, oltre a consentire un'importante ottimizzazione dei pesi. Non manca su Stelvio Quadrifoglio l'impianto frenante con elementi di alluminio e dischi carbo-ceramici.

AlfaTM Chassis Domain Control 

L'AlfaTM Chassis Domain Control (CDC) rappresenta il  "cervello" di Stelvio Quadrifoglio che coordina tutta l'elettronica di bordo. Il sistema gestisce  l'azione dei diversi contenuti - quali il nuovo selettore AlfaTM DNA Pro, la trazione integrale Q4, il sistema AlfaTM Torque Vectoring, le sospensioni attive e l'ESC - e governa l'ottimizzazione delle prestazioni e il piacere di guida. In dettaglio, il CDC adatta in tempo reale l'assetto della vettura, rendendo dinamiche le mappature delle modalità dell'AlfaTM DNA Pro, sulla base dei dati di accelerazione e rotazione rilevati dai sensori. Previene e gestisce inoltre situazioni critiche, informando in anticipo le specifiche centraline coinvolte nel sistema elettronico della vettura: chassis, powertrain, sospensioni, impianto frenante, sterzo, assistenza alla guida e differenziale in curva.

Contenuti sviluppati in collaborazione con Magneti Marelli

Come per altri modelli della gamma Alfa Romeo, il SUV Stelvio presenta numerosi contenuti sviluppati in collaborazione con Magneti Marelli - dai dispositivi di illuminazione al powertrain, dalle sospensioni ai sistemi di scarico, fino al nuovo sistema di Infotainment Connect 3D Nav 8,8"- che confermano la lunga e proficua collaborazione tra il marchio Alfa Romeo e il famoso gruppo internazionale che opera nell'ambito della progettazione e nella produzione di sistemi e componenti ad alta tecnologia per autoveicoli.

Perfetta distribuzione dei pesi e ideale rapporto peso/potenza

Uno degli obiettivi primari alla base della progettazione di  Stelvio Quadrifoglio è stato il raggiungimento del massimo piacere di guida. I punti cardine verso questo traguardo sono la perfetta distribuzione dei pesi tra i due assi e un ottimale rapporto peso/potenza. In dettaglio, il primo obiettivo ha richiesto una particolare gestione delle masse e dei materiali, ottenuta lavorando sia sul layout del SUV Alfa Romeo sia collocando in una posizione il più centrale possibile tutti gli elementi di maggior peso. Invece, il rapporto peso/potenza ideale è stato raggiunto mediante l'utilizzo di materiali ultraleggeri come la fibra di carbonio per l'albero di trasmissione e l'alluminio per motore, sospensioni, freni, porte, passaruota, cofano e portellone posteriore. Il peso ridotto non va a discapito della eccellente rigidezza torsionale che garantisce qualità nel tempo, comfort acustico e handling anche in caso di sollecitazioni estreme.

Leggi anche

EDIT

Dacia Duster Dimensioni - Bagagliaio - Peso | Misure serbatoio, capacità baule, altezza

Peso, misure esterne e degli interni di Dacia Duster: altezza, lunghezza, larghezza, passo, capacità bagagliaio e litri serbatoio

Dacia Duster con il suo restyling si è vista rivoluzionata soprattutto negli interni, elegante, con la sua consolle centrale grigio scuro con dettagli cromati a contrasto; funzionale, con gli utili portaoggetti ed il bagagliaio di 475 l, ai migliori livelli del mercato; tecnologico, con il sistema multimediale integrato MEDIA NAV* con schermo touchscreen da 7’’, il Cruise Control* e i Radar Parking posteriori. Ma non solo, la nuova Duster garantisce una sicurezza sempre maggiore, infatti è dotato di serie su tutta la gamma, di airbag frontali e laterali, ABS con assistenza alla frenata d’emergenza e controllo elettronico della stabilità (ESP). che rende sicura cosi la messa in strada della vettura.

Insomma, la nuova Duster modello restyling 2016 non smette mai di sedurre chi la guida.

Scopriamone insieme le misure di Dacia Duster, in particolare quali sono le dimensioni Dacia Duster che contano? Altezza da terra - lunghezza - larghezza - passo - bagagliaio (volume in litri del baule) - capacità serbatoio: tutte le misure.

Cerchi le dimensioni di un auto? Visita la nostra raccolta


Dacia Duster Dimensioni - Bagagliaio - Peso

Dimensioni e peso Dacia Duster

Dacia ​Duster grazie alle sue dimensioni, permette viaggiare con tranquillità e portare con sé di tutto. Le sue misure sono tipiche di un un SUV compatto, con una lunghezza totale è di 4.315 metri con passo di 2.674 metrilarghezza fuori tutto con retrovisori è di 2.000 metri ed infine l'altezza con barre da tetto 1.695 metri. mentre senza è di 1.625 metri, inoltre l'altezza da terra è di 205 millimetri per la 4x2 mentre la 4x4 210 millimetri. Grazie a una buona altezza da terra di 21 cm e ad ottimi angoli di attacco (29,3°), di dosso (23°) e di uscita (34,9°), dimostra di essere una 4x4 a tutti gli effetti. La sua struttura le permette di affrontare qualsiasi tipo di percorso. Il sistema di trazione integrale con comandi intuitivi si adatta a qualsiasi situazione in tutta sicurezza.

Il peso complessivo varia a seconda delle motorizzazioni, diesel o benzina, passando da 1.238 Kg per la versione 1.6 115cv S&S trazione anteriore, a 1.443 chilogrammi del motore gasolio 1.5 dCi 110cv S&S 4x4. Eccovi nel dettaglio il peso (massa a vuoto).

Scopri anche i prezzi di Dacia Duster Restyling e i motori.


Peso (massa a vuoto) [Chilogrammi]

1.6 115cv S&S Benzina 4x21.6 115cv S&S Benzina 4x41.2 TCe 125cv S&S Benzina 4x21.2 TCe 125cv S&S Benzina 4x41.5 dCi 90cv S&S Diesel 4x21.5 dCi 110cv S&S Diesel 4x21.5 dCi 110cv S&S Diesel 4x4
1238135013181429133013381443

Cosa si intende per massa a vuoto? Massa a vuoto è il peso di Dacia Duster con conducente di 75 kg e serbatoio carburante riempito al 90 %, come previsto dal Regolamento (UE) 1230/2012 nella versione attualmente in vigore. Gli optional possono provocare un aumento della massa a vuoto.

Dimensioni

Eccovi invece la tabella con tutte le dimensioni e misure di Dacia Duster.

Dacia DusterMisure e dimensioni [metri]
Altezza da terra [4x2-4x4]205-210
Altezza totale1.695
Lunghezza4.315
Passo2.673
Larghezza (senza specchi)1.822
Larghezza (specchietti inclusi)2.000
Carreggiata anteriore-
Carreggiata posteriore-
Sbalzo anteriore0.822
Sbalzo posteriore0.820

Bagagliaio Dacia Duster: capacità volumetrica in litri

Passiamo quindi alle misure interne, e nello specifico al vano bagagli, il quale risulta essere molto voluminoso il bagagliaio della Duster, progettato davvero bene da Dacia grazie soprattutto al telaio che ha di base un passo molto lungo che consente quindi di avere spazio a sufficienza non solo all'interno ma anche per il bagagli. Infatti, la capacità minima dichiarata del bagagliaio è di 475 litri di base nella versione a trazione solo anteriore, i quali diventano 1.636 quando i sedili dei passeggeri posteriori vengono abbassati. La versione con trazione integrale 4x4, invece, ha un vano leggermente meno capiente, esattamente il volume standard è di 443 litri e con la fila di posti sul retro abbassata diventano 1.604. Tutto sommato, è una ottima capienza che permette di viaggiare con tante valigie, e la versione con alimentazione GPL ha la medesima capacità

[ads-post]

Con Dacia Duster puoi portare con te tutto il necessario per vivere un grande viaggio.

dimensioni bagagliaio dacia duster

Eccovi i dettagli circa la capacità in litri del bagagliaio di Dacia Duster.

Dacia DusterCapacità Bagagliaio [litri]
Minima con sedili alzati [4x2-4x4]475-443
Massima con sedili ribassati [4x2-4x4]1.636-1-604

Capacità bagagliaio versione GPL: 475/1.636.

La capacità del baule fa riferimento al volume in litri disponibile fino alla massima altezza utilizzabile e potrebbe variare se i sedili posteriori sono regolabili in posizione.

Capacità serbatoio Dacia Duster

La capacità del serbatoio è diversa se si sceglie la versione con motore benzina, Dacia Duster Benzina, oppure quella con motorizzazione gasolio, Dacia Duster Diesel.

Capacità serbatoioDacia Duster DieselDacia Duster Benzina
Volume [litri]5050

Capacità versione GPL:  50 l (benzina) + 32 l (GPL).

Schema tecnico quotato con tutte le dimensioni e misure di Dacia Duster

Vi lasciamo infine anche un disegno tecnico quotato con tutte le misure e le dimensioni di Dacia Duster.

Schema tecnico quotato con tutte le dimensioni e misure di Dacia Duster

Dimensioni degli interni di Dacia Duster

Nessuna rinuncia a bordo sia in termini di spazio a disposizione che per il confort generale. Duster propone tanti equipaggiamenti, come il Cruise Control con funzione di regolatore e limitatore di velocità, il Radar Parking Posteriore, gli alzacristalli impulsionali (lato conducente) e l’indicatore della temperatura esterna.

E ancora, perfettamente integrato in plancia, il sistema multimediale Dacia MEDIA NAV* semplice ed intuitivo con uno schermo touch da 7” (18 cm) che permette di navigare tra le varie funzionalità: navigazione GPS, telefonia, radio e multimedia. Inoltre grazie alla connessione Bluetooth®, è possibile telefonare in vivavoce e ascoltare la tua musica preferita in audio-streaming, o connettendo il lettore MP3 direttamente alla presa USB / Jack sul frontalino.

Dimensioni degli interni di Dacia Duster
EDIT

I PREZZI - La nuova Volkswagen Tiguan, la piccola sorella della Touareg (vedi le foto in anteprima), arriva alla sua seconda generazione, MY 2016, e si presenta tutta nuova con tanta innovazione sia per ciò che riguarda la tecnologia di guida che per il design. E' disponibile alla vendita a partire da un prezzo di € 26.500 nella versione Style con motore 1.6 TDI e di serie ha optional come il Front Assist, Lane Assist, schermo infotainment da 8 pollici con app-connect, cerchi in lega da 17", fari posteriori LED, Park Pilor ed il Climatronic 3 zone.

Leggi ulteriori dettagli sui prezzi della nuova Volkswagen Tiguan 2016

Promette di essere il SUV che farà tendenza nel 2016, grazie al suo innovativo design, audace e inconfondibile ed alla sua innovativa tecnologia che apre a nuovi orizzonti di connettività. Innovativa nelle prestazioni, con una nuova gamma di motorizzazioni sia Diesel che benzina Euro 6 ed innovativa anche negli interni, perché a bordo vi farà scoprire un nuovo modo di vivere la città.

Nuova Volkswagen Tiguan 2016: gli esterni e gli interni

esterni nuova tiguan 2016GLI ESTERNI - Il design degli esterni è completamente nuovo, con linee orizzontali che predominano da ogni punto di vista. Muscolosa di lato, con nervature che la percorrono per lìintera fiancata ed un solco nella parte più bassa. La Nuova Tiguan sorprende al primo sguardo per l’estetica grintosa, le linee minimaliste del frontale, i passaruota espressivi e il posteriore scultoreo. Tutto sottolinea il temperamento deciso del nuovo SUV. I pregiati dettagli di design completano la vocazione dinamica che ti rimarrà impressa nella memoria.


interni della nuova tiguanGLI INTERNI - Entrando nell'abitacolo, la nuova Tiguan si presenta tutta rivista, con il solito ordine delle Volkswagen ma tanta tecnologia. Tutto nell'abitacolo è progettato per assicurare la massima funzionalità, ergonomia e cura del dettaglio, ed una abitabilità superiore. Negli interni della Nuova Tiguan tutto è progettato per soddisfare le tue esigenze e regalarti un comfort senza pari. L'armonia del design e l'ergonomia della plancia è ulteriormente sottolineato dall'eccellente lavorazione dei materiali.  Il passo maggiorato di 77 cm permette una maggiore e migliore disponibilità di spazio per i passeggeri e un vano bagagli più capiente. Con l'illuminazione ambiente la notte diventa ancora più interessante all'interno della nuova Tiguan che è di serie sulla versione Executive. Valorizza l’abitacolo in modo suggestivo. Luci a LED integrate sottolineano singoli elementi come le maniglie delle porte, i listelli decorativi, i listelli battitacco e il vano piedi. Potrai modulare la luminosità a seconda delle tue esigenze attraverso il display centrale.

cerchi in lega nuova tiguan 2016NUOVI CERCHI IN LEGA - Anche i cerchi in lega sono stati completamente ridisegnati per la nuova versione della Tiguan, con un design che lascia spazio all'individualità grazie alla vasta gamma di cerchi disponibili. E' possibile scegliere il cerchio in lega che più vi rappresenta. Di serie per le versioni Style e Business il cerchio in lega "Montana" da 17" mentre per la versione Executive il cerchio in lega "Kingston" da 18". In alternativa sono disponibili i cerchi "Tulsa" da 17" oppure i "Nizza" da 18", i "Victoria Falls" da 19" e per chi vuole proprio esagerare i "Kapstad" da 20" bruniti o i "Suzuka" da 20", tutti rigorosamente in lega.

nuovi fari led nuova tiguanNUOVI GRUPPI OTTICI - Per una visibilità superiore che attira gli sguardi ma soprattutto illumina al meglio la strada. I nuovi gruppi ottici anteriori sono disponibili in due varianti di tecnologia LED: full LED irradia una luce che consente di vedere più lontano e con maggior nitidezza, migliorando e aumentanto la visibilità durante i viaggi di notte e in presenza di nebbia del 10%. Full LED "Signature", compresi nel pacchetto Tech Pack a richiesta, che rispetto ai precedenti, aggiunge le luci diurne “Signature” e di svolta a LED, una illuminazione ancora superiore e due listelli cromati. La tecnologia LED riduce inoltre il consumo di energia elettrica a fronte di una maggiore durata. Il design resta il punto di forza dei gruppi ottici con tecnologia LED in particolare di quelli posteriori.

Nuova Tiguan 2016: i motori e la trazione

MOTORI - Sia che si scelga un motore benzina o diesel, tutti i gruppi disponibili per la Nuova Tiguan si distinguono per l’elevata efficienza e l’adattabilità all’uso quotidiano, raggiungendo un equilibrio perfetto tra potenza ed efficienza. La Nuova Tiguan monta esclusivamente motori BlueMotion Technology EU6 di ultima generazione. Sulle motorizzazioni benzina TSI la combinazione di sovralimentazione turbo, piccola cilindrata e iniezione diretta assicura un rapporto eccezionale tra potenza e consumi. I propulsori diesel TDI sono dotati di iniezione diretta common rail e sviluppano così una coppia massima elevata, a fronte dei ridotti consumi tipici di una motorizzazione diesel e un livello di rumorosità straordinariamente basso. In totale sono sette le diverse motorizzazioni disponibili per Nuova Tiguan: tre benzina (125 CV, 150 CV e 180 CV) e quattro Diesel (115 CV, 150 CV, 190 CV e 240 CV) combinabili con tre diversi allestimenti Style, Business ed Executive. Per chi preferisce un motore Diesel di bassa cilindrata c’è il nuovo motore 1.6 TDI 115 CV, un’esclusiva per l’Italia. Nuova Tiguan offre inoltre il Diesel più potente della categoria, il 2.0 BiTDI 240 CV 4MOTION.

Scopri tutti i dettagli sui motori della nuova Volkswagen Tiguan 2016

trazione integrale 4motion nuova tiguanTRAZIONE INTEGRALE 4MOTION - Per il massimo piacere di guida e tenuta su strada c'è la trazione integrale 4MOTION, disponibile a richiesta, e si lascia apprezzare sui fondi offroad e oltre, risultando stabile in ogni condizione. La nuova Tiguan ti farà assaporare il piacere di non avere limiti anche nelle situazioni più difficili. Grazie alla trazione integrale 4MOTION, disponibile a richiesta, la vettura offre una trazione superiore su diversi fondi stradali, dominando la strada perfettamente anche in curva, in caso di forte vento laterale e a velocità sostenuta ottimizzado ulteriormente la sicurezza. Non solo per andare lontano, ma per spingersi oltre. A bordo di Nuova Tiguan con trazione integrale 4MOTION basterà premere un tasto per vivere nuove esperienze, grazie a 4MOTION Active Control, di serie per le versioni 4x4, con cui è possibile adattare la vettura a quattro stili di guida: modalità Eco per ridurre i consumi, modalità Normal per una guida il meno stressante possibile, modalità Comfort per ridurre le vibrazioni e la modalità Sport per gli spiriti più dinamici. Inoltre ogni stile di guida è associabile ad un tipo diverso di terreno: adattamento della dinamica di marcia su strade asfaltate, profilo ottimale in caso di strade innevate o lisce, profilo offroad per percorsi fuoristradali e personalizzazioni delle funzioni offroad.

Nuova Tiguan 2016: tecnologia e sicurezza

[ads-post]

SISTEMI DI ASSISTENZA ALLA GUIDA - A bordo della nuova Tiguan la sicurezza è di serie, con il sistema di rilevazione della stanchezza "Fatigue Detection", sistema di frenata anti collisione multipla con XDS, "Front Assist" con riconoscimento pedoni e "Lane Assist". I numerosi equipaggiamenti di serie a bordo di Nuova Tiguan offrono uno standard di eccellenza in termini di sicurezza da categoria superiore. Il sistema di rilevazione della stanchezza "Fatigue Detection" è particolarmente utile durante i lunghi tragitti in autostrada. Il dispositivo quando rileva eventuali variazioni rispetto al comportamento di guida abituale emette un segnale acustico e visivo segnalando la necessità di una pausa. Il sistema di frenata anti collisione multipla con XDS aiuta, nel momento in cui si è verificto un tamponamento, ad evitare che il veicolo venga coinvolto in collisioni successive. Il sistema per il mantenimento della corsia di marcia "Lane Assist" interviene, entro i limiti del sistema, effettuando un intervento correttivo sullo sterzo quando rileva che la vettura si sta accingendo ad abbandonare accidentalmente la propria corsia. Anche il sistema di controllo perimetrale "Front Assist" con protezione pedoni è una dotazione di serie di Nuova Tiguan. Se il sistema rileva, entro i propri limiti tecnici, che la distanza dal veicolo che precede diventa critica, avvisa il conducente con una segnalazione acustica e visiva e se il conducente non reagisce effettua una frenata di emergenza automatica.

Sono poi disponibili come optional: sistema Adaptive Cruise Control, Park Assist, Trailer Assist, Side Assist Plus, Front Assist, Dynamic Light Assist e Lane Assist.

Per ulteriori approfondimenti sulla nuova Tiguan, puoi leggere anche:

- data uscita nuova Tiguan
- motori nuova Volkswagen Tiguan 2016
- prezzi e listino ufficiale della nuova Tiguan 2016
- dimensioni Nuova Volkswagen Tiguan 2016: dimensione bagagliaio, misure esterni
- Anteprima Nuova Touareg 2018
EDIT

Il nuovo Opel Mokka X porta un livello di design mai visto nella categoria dei SUV compatti. Le sue linee aggressive e muscolose catturano lo sguardo, mentre l'elevato stacco da terra e i grandi cerchi rivelano la sua capacità nel fuoristrada.

Si presenta con una grande varietà di allestimenti e finiture premium, con una grande attenzione al dettaglio sottolinea il carattere esclusivo di questa auto.

La carrozzeria di nuovo Mokka X nasconde eccezionali tecnologie, quali:

  1. Fari Adaptive Forward Lighting a tecnologia LED. I fari anteriori si adattano automaticamente alla situazione di guida, per offrirti sempre la migliore visibilità.
  2. Opel OnStar. Un assistente personale a bordo della tua auto.
  3. Proiezione sul parabrezza. Grazie al sistema Reflective LED Alert Display, se ti avvicini troppo rapidamente al veicolo che ti precede, compare un allarme nel tuo campo visivo.
  4. Trazione integrale intelligente. Assicura automaticamente la massima trazione per avere la migliore aderenza anche nelle condizioni più difficili.
  5. IntelliLink. Sistema di infotainment all’avanguardia che integra i dispositivi digitali mediante Apple CarPlay™ o Android Auto™.
  6. Sedili ergonomici con certificazione AGR1. Supporto allungabile per le cosce e supporto lombare  regolabile per rilassarti tenendo la schiena in posizione corretta.

DESIGN - Il design di nuovo Opel MOKKA X appare particolarmente aggressivo fin dal primo sguardo. L'anteriore è in linea con il nuovo design di Opel, con la griglia orizzontale a forma di ala e la tipica e netta doppia ala delle luci per la marcia diurna a LED. La calandra si caratterizza in generale per le superfici scolpite con maggior precisione ed eleganza. MOKKA X appare più largo, robusto e dall’aspetto muscolare. La tipica doppia ala è presente anche nei fari posteriori a LED disponibili a richiesta. La fiancata mantiene tratti scolpiti ed eleganti e un carattere sportivo grazie a linee muscolose e atletiche ravvivate dalla tipica ‘lama’ Opel che sale verso il posteriore della vettura. Colori nuovi e brillanti come ‘Amber Orange’ o ‘Absolute Red’, l'OPC Line Sport Pack a richiesta con spoiler inferiore anteriore e posteriore e le modanature sottoporta laterali sottolineano ulteriormente la sportività e l'esclusività di questo modello.

Andiamo a scoprire insieme quali sono le dimensioni di Opel Mokka X 2016-2017: lunghezza, larghezza con e senza specchietti, passo, larghezza, altezza e poi la capacità di bagagliaio e serbatoio (volume vano bagagli in litri).

Scopri anche i prezzi di Opel Mokka X e i motori.

Dimensioni Opel Mokka X 2016-2017: tutte le misure e la capacità del Bagagliaio

Opel Mokka x 2016-2017 Dimensioni e Misure bagagliaio

Dimensioni

Come vedete qui sopra nello schema tecnico con le misure della Opel Mokka x 2016-2017, le dimensioni sono tipiche di un SUV compatto, con una lunghezza di 4.275 metri con passo di 2.555 metri, larghezza con specchietti 2.038 metri  mentre senza specchietti è di 1.781 metri ed infine l'altezza è di 1.658 metri.

[ads-post]

Misure bagagliaio

Per quanto riguarda invece il bagagliaio di Opel Mokka x 2016-2017, le misure del vano bagagli sono nella meda di questa categoria di auto,i sedili posteriori ribaltabili con abbattimento 60/40 ti permettono di raggiungere i 1372 litri di vano di carico. A seguire, una tabella completa con tutte le misure note del vano bagagli:

Misure del vano bagagli in mm

Lunghezza del piano di carico fino ai sedili posteriori
730
Lunghezza del piano di carico con i sedili posteriori abbattuti
1428
Larghezza del piano di carico misurata ai passaruota
915
Altezza soglia di carico
723
Altezza max. apertura
808
Larghezza max. apertura
911
Volume vano di carico in l

Vano di carico
356 – 1372

Capacità serbatoio

Infine, l'ultima misura/dimensione della Opel Mokka x 2016-2017 riguarda l'autonomia e cioè quanto è grande il serbatoio del carburante. La sua capacità è pari a 52 litri.

Scopri anche i prezzi di Opel Mokka x e i motori.
EDIT

La Cherokee 2016 così come la sua versione MY 2017 è la SUV Jeep progettata per il futuro con un design esterno completamente innovativo, giovane e aggressivo mantenendo al contempo il patrimonio leggendario che lo lega al brand Jeep nei dettagli come il suo profilo che risulta incredibilmente sorprendente anche per l’occhio più esigente. Ha un’impronta forte, grintosa, una linea audace, dimensioni robuste e una presenza su strada dominante. Esternamente, le linee fluide e slanciate sottolineano l’efficienza e l’aerodinamicità della parte superiore della carrozzeria. La parte inferiore robusta e sicura evoca le leggendarie capacità che caratterizzano ogni vettura Jeep . Ma Jeep Cherokee non è solo un veicolo che combina efficienza e capacità, è davvero in grado di affrontare qualsiasi situazione di guida su strada e fuoristrada. Ma qual'è il prezzo della Cherokee 2016 e soprattutto quali solo le diverse varianti in base agli allestimenti e ai motori previsti nell'attuale listino prezzi? Ora lo andremo ad esaminare nel dettaglio, per vedere quanto costa questo SUV così moderno con particolari unici, a partire dalla tradizionale mascherina a sette feritoie, reinterpretata in chiave moderna ma fedele alle radici del marchio Jeep, alle luci diurne a LED moderne ed eleganti che aggiungono un tocco distintivo sia in termini di sicurezza sia di design. Nel listino, tra gli optional, è previsto inoltre anche il nuovo tetto apribile a due pannelli CommandView che offre un’ampia vista panoramica di giorno o di notte. Include un pannello di vetro scorrevole elettrico sul lato anteriore e un pannello di vetro fisso con tendina parasole elettrica sul lato posteriore.

Scopriamo insieme quanto costa la Jeep Cherokee base e da quanto è disponibile invece una sua versione più accessoriata e con un motore top gamma.

I prezzi della Jeep Cherokee 2016/2017

La Cherokee presenta uno stile unico nella gamma Jeep. Basta dare uno sguardo ai dettagli e scoprire
interni di alta gamma, impreziositi da eccellenti finiture e dall’ampio uso di materiali soft-touch per un comfort senza paragoni: una sofisticata miscela di forme fluide scolpite a mano, materiali di alta qualità, combinazioni innovative di colori e materiali, lavorazione artigianale di precisione, funzionalità e contenuti tecnologici di ultima generazione.

Listino prezzi della Jeep Cherokee 2016/2017: Motori e Allestimenti

Il prezzo della versione base, la motorizzazione e gli optional previsti

Un mondo di rara perfezione che aspetta solo di essere scoperto e per farlo bisogna mettere mano ad un bel pò di denaro, dato che il prezzo base di Jeep Cherokee 2016/2017 parte da € 40.150 per l'allestimento d'ingresso di listino denominato Longitude, mentre il motore è un 2.0 MULTIJET II con potenza di 140 CV e trazione 4X2, quindi non dotato di trazione integrale. L'allestimento base della Jeep Cherokee dal prezzo di oltre 40 mila euro prevede tra gli optional la seguente dotazione:
  • Airbag anteriori multistadio di ultima generazione
  • Airbag ginocchia guidatore
  • Airbag laterali anteriori
  • Airbag laterali a tendina
  • Barre portatutto cromate
  • Cerchi in lega da 17”
  • Comfort Group (Specchietto retrovisore autoanabbagliante con microfono, sedili anteriori regolabili elettricamente, sedile con regolazione lombare elettrica in 4 posizioni, portellone posteriore ad apertura e chiusura elettrica, tergicristalli con sensore pioggia, sensore crepuscolare)
  • Climatizzatore automatico bizona con sensore di umidità
  • Controllo elettronico di stabilità (ESC) con sistema antiribaltamento elettronico (ERM), Hill Start Assist e controllo oscillazione rimorchio
  • Cruise control con limitatore di velocità
  • Cruscotto con display LCD da 3,5’’
  • Illuminazione abitacolo a LED u Sedili in pelle/tessuto
  • Kit fumatori u Selec-Speed® Control e Hill Descent Control
  • Luci fendinebbia con funzione cornering u Selec-Terrain® con modalità Rock
  • Luci posteriori a LED u
  • Sistema di trazione Jeep® Active Drive Lock 4WD con bloccaggio differenziale posteriore
  • Maniglie portiere in tinta carrozzeria u
  • Sistema infotelematico Uconnect® con display touch screen da 8,4” a colori, radio digitale (DAB), presa USB, ingresso AUX, lettore di schede SD e comando integrato HVAC (riscaldamento, ventilazione e condizionamento)
  • Monitoraggio pressione pneumatici u Sistema Keyless Enter-‘n-go
  • Navigatore satellitare Uconnect® touch screen a colori da 8,4" e mappe in 3D
  • Sospensioni per fuoristrada e piastre sottoscocca
  • 9 altoparlanti amplificati con subwoofer Alpine 506 watt u Specchietti retrovisori Dark Grey
  • Poggiatesta anteriori attivi
  • Proiettori anteriori alogeni
  • Sedili anteriori regolabili elettricamente
  • Sedile posteriore frazionabile 60/40 e reclinabile, con regolazione a scorrimento
  • Sedili in tessuto
  • Sensori di parcheggio posteriori Parksense
  • Sistema di gestione della trazione Selec-Terrain® (sui modelli 4WD)
  • Sistema di trazione Jeep® Active Drive I (sui modelli 4WD)
  • Sistema infotelematico Uconnect® vivavoce Bluetooth® con comandi vocali con display touch screen da 84”, radio digitale (DAB), presa USB, ingresso AUX, lettore di schede SD e comando integrato HVAC (riscaldamento, ventilazione e condizionamento)
  • Sistema Stop&Start
  • Specchietti retrovisori in tinta carrozzeria con indicatori di direzione e luci di cortesia
  • Volante in pelle con comandi audio e cruise control integrati
[ads-post]

Listino prezzi di Jeep Cherokee 2016/2017

Insieme all'allestimento base, nel listino prezzi della Jeep Cherokee 2016/2017 sono previsti 5 allestimenti:
  1. Longitude
  2. Limited
  3. Night Eagle
  4. Overland
  5. Trailhawk
Per quanto riguarda invece i motori della Cherokee previsti nel listino, abbiamo 3 unità di cui 2 sono a gasolio ed una a benzina:
  1. Diesel 2.0 140 CV
  2. Diesel 2.2 185 CV - 200 CV
  3. Benzina 3.2 272 CV
La gamma motori diesel parte quindi da un 2.0 litri di cilindrata capace di erogare una potenza di 140 cavalli e disponibile in una versione con 2 o 4 ruote motrici con un aumento di prezzo di 2.500€. Il secondo motore diesel è un 2.2 disponibile in due varianti da 185 a 200 cavalli solo con trazione integrale AWD Active Drive I o anche una versione più evoluta AWD Active Drive II.

Passando invece alla Cherokee con motore benzina, abbiamo un'unità 3.2 litri di cilindrata V6 con 272 cavalli di potenza massima e trazione integrale 4WD Active Drive I o Active Drive Lock.

prezzi jeep cherokee 2016 2017

Jeep Cherokee Longitude

Dopo la presentazione delle varie versioni e motorizzazioni della Jeep Cherokee, il listino prezzi dell'allestimento Longitude è il seguente:
  • motore Diesel 2.0 140 CV trazione 4x2 cambio manuale: € 40.150
  • motore Diesel 2.0 140 CV trazione 4x4 cambio manuale: € 42.650
  • motore Diesel 2.2 185 CV trazione 4x4 cambio automatico: € 46.650

Jeep Cherokee Limited

Passiamo quindi a vedere quanto costa la versione della Cherokee allestimento Limited che offre 3 varianti a partire da 45250 euro:
  • motore Diesel 2.0 140 CV trazione 4x2 cambio manuale: € 45.250
  • motore Diesel 2.0 185 CV trazione 4x4 cambio manuale: € 47.250
  • motore Diesel 2.0 200 CV trazione 4x4 cambio automatico: € 51.250 

Jeep Cherokee Night Eagle

Il terzo allestimento previsto di listino è denominato Night Eagle, un nome puramente americano che invoca l'aquila della notte, ed il SUV ha un unico prezzo:
  • motore Diesel 2.0 200 CV trazione 4x4 cambio automatico: € 52.750 

Jeep Cherokee Overland

Per chi vuole di più e provare persino l'avanzato sistema di trazione integrale AWD Active Drive II, Jeep Cherokee Overland è quasi il top ed offre due varianti dai seguenti prezzi:
  • motore Diesel 2.0 200 CV trazione AWD Active Drive I cambio automatico: € 54.750
  • motore Diesel 2.0 200 CV trazione AWD Active Drive II cambio automatico : € 56.750

Jeep Cherokee Trailhawk

Infine, abbiamo il modello top di gamma, l'allestimento Cherokee Trailhawk, l'unico che porta il nome che indica l'approvazione 100% per l'offroad e che è disponibile solo con il motore benzina al seguente prezzo:
  • motore Benzina 3.2 272 CV trazione Active Drive Lock cambio automatico : € 54.250

Vale il prezzo che costa?

Cosa dire dunque di questo SUV del gruppo FCA? Di sicuro non si può dire che costa poco, visti i prezzi di listino e considerato anche che bisognerà poi sommarci eventuali costi degli svariati optional e degli accessori, ma senza dubbio la Cherokee porta a un livello ancora più alto le leggendarie prestazioni 4X4 per coloro che desiderano vivere totalmente una vettura Jeep perfetta per tutti i terreni e per qualsiasi condizione climatica. La Cherokee è appositamente progettata per adattarsi a qualsiasi ambiente con la sua innata sicurezza, grazie al leggendario DNA del marchio Jeep , raggiungendo destinazioni che altri possono solo sognare.

Il nuovo sistema Selec-Terrain consente di scegliere tra le modalità per la guida su strada e fuori strada, così da offrire le migliori prestazioni e affrontare adeguatamente condizioni specifi che di terreno. Sono disponibili sino a quattro modalità personalizzate: Auto (Automatica), Snow (Neve), Sport, Sand/Mud (Sabbia/Fango).

La versione Trailhawk offre in più la modalità Rock (Rocce) che massimizza le prestazioni fuori strada. Il sistema Selec-Terrain® coordina elettronicamente e ottimizza il funzionamento di 12 diversi controlli della vettura tra cui, il modulo di controllo della trasmissione, il controller elettronico del freno, il controllo elettronico della stabilità (ESC), il controllo del cambio e il modulo di controllo del gruppo propulsore.

Tutti i prezzi di Jeep Cherokee sono riferiti al listino ufficiale.

Vedi anche:

- prezzi auto Jeep e listini ufficiali
EDIT

Volkswagen Tiguan Dimensioni e bagagliaio | MY 2016/2017

Tutte le misure della nuova Tiguan MY 2016 con schema tecnico quotato, capacità del bagagliaio minima e massima, volume serbatoio e peso delle varie motorizzazioni

Con le dimensioni della Nuova Tiguan 2016/2017, Volkswagen ha portato tanta innovazione e uno stile completamente nuovo. Innovativa nel design, audace e inconfondibile. Innovativa nella tecnologia che si apre a nuovi orizzonti di connettività. Innovativa nelle prestazioni, con una nuova gamma di motorizzazioni sia Diesel che benzina Euro 6. Innovativa perché una volta a bordo ti farà scoprire un nuovo modo di vivere la città: il tuo. Scopri il nuovo SUV che farà tendenza nel 2016.

Andiamo a scoprire insieme quali sono le dimensioni di Volkswagen Tiguan 2016-2017: lunghezza, larghezza con e senza specchietti, passo, larghezza, altezza e poi la capacità di bagagliaio e serbatoio (volume vano bagagli in litri).

Scopri anche i prezzi di Volkswagen Tiguan e i motori.

Dimensioni nuova Volkswagen Tiguan 2016-2017: tutte le misure, la capacità del Bagagliaio e del serbatoio

Dimensioni della Volkswagen Tiguan 2016-2017: dimensione bagagliaio, capacità e misure

Dimensioni nuova Volkswagen Tiguan [Altezza-Lunghezza-Larghezza-Passo]

Come vedete qui sopra nello schema tecnico con le misure della Volkswagen Tiguan 2016-2017, le dimensioni sono tipiche di un SUV di medie dimensioni, con una lunghezza totale di 4.486 metri con passo di 2.677 metri, larghezza con specchietti aperti è di 2.099 metri mentre senza è di 1.839 ed infine l'altezza è di 1.654 metri.

[ads-post]

Misure bagagliaio: ecco la capacità del vano bagagli di Volkswagen Tiguan 2016/2017

Per quanto riguarda invece il bagagliaio di Volkswagen Tiguan 2016-2017, le misure del vano bagagli sono nella meda di questa categoria di auto, con una capacità pari a 615 litri con sedili posteriori in posizione alzata, mentre con i sedili posteriori reclinati la capacità di carico sale a 1.655 litri.

Sulla Nuova Tiguan 2016/2017 tutto è progettato per soddisfare le tue esigenze e regalarti un comfort senza pari. L'armonia del design e l'ergonomia della plancia è ulteriormente sottolineato dall'eccellente lavorazione dei materiali.
Il passo maggiorato di 77 cm permette una maggiore e migliore disponibilità di spazio per i passeggeri e un vano bagagli più capiente. 

Di quanti litri è la Capacità del Serbatoio?

Infine, l'ultima misura/dimensione della nuova Volkswagen Tiguan 2016-2017 riguarda l'autonomia e cioè quanto è grande il serbatoio del carburante. La sua capacità è pari a 58 litri.

Scopri anche i prezzi di Volkswagen Tiguan e i motori.

EDIT

Dimensioni KIA Sportage 2016 | Misure e schema tecnico, bagagliaio, peso e serbatoio

Tutte le misure della KIA Sportage 2016, con tutti i numeri circa le dimensioni del bagagliaio, altezza, larghezza, lunghezza, passo, peso e capacità del serbatoio

La Nuova Kia Sportage 2016 appartenente al segmento "SUV e Crossover" ossia quello dei "fuoristrada di taglia mieda", la KIA Sportage è "proporzionata" al settore in cui rientra, e ora andiamo a vedere le dimensioni per rispondere alle domande del tipo quanto è alta, quanto è larga e quanto è grande il bagagliaio. Vedremo queste informazioni prima in breve e poi nel dettaglio.

Le dimensioni in sintesi

Dunque andiamo a riassumere le informazioni circa le dimensioni KIA Sportage. E' alta 1,635, lunga 4,480 e larga 1,855 metri senza considerare gli specchietti, con un bagagliaio con volume di 503 litri che diventano oltre 1.492 quando si abbassano i sedili posteriori.

Questo è un riassunto, mentre a seguire potete trovare tutte le misure e le dimensioni precise con anche uno schema tecnico in cui c'è il disegno quotato della KIA Sportage e trovate le tabelle organizzate in modo da ottenere subito le informazioni che state cercando.

Il peso

Infine, il peso è a partire da 1.379 Kg per il modello benzina con motore 1.6 benzina, 1.449 per il 1.6 T-GDI. Poi 1.425 chili con motorizzazione diesel 1.7 di cilindrata e 1.529 Kg con il 2.0 gasolio.

Dimensioni KIA Sportage | Misure e schema tecnico, bagagliaio, peso e serbatoio

Misure e dimensioni

Vi riportiamo prima una tabella con lo schema tecnico e le foto del bagagliaio, e poi le singole misure KIA Sportage nel dettaglio. Tutte le misure riportate sono in metri tranne quando specificato diversamente. ND significa che la misura non è disponibile.

DIMENSIONI E MISURE [metri]
Vers. Altezza totale Altezza
da terra [mm]
Lunghezza Passo Larghezza
(senza specchietti)
Larghezza
(CON specchietti)
Sportage 1,635 ND 4,480 2,67 1,855 ND

[ads-post]

Schema tecnico

Questo è invece il disegno quotato dove potete trovare tutte le dimensioni di interni ed esterni.

schema tecnico misure e dimensioni kia sportage 2016 fronte e retro
schema tecnico misure e dimensioni kia sportage 2016 vista laterale

Bagagliaio e spazi interni: capacità minima e massima (volume in litri)


Abbiamo anche i dati ufficiali riguardanti gli spazi interni, sia in altezza che in termini di spazio per le ginocchia. Nella prima fila la KIA è alta quasi un metro, 0,997 metri con esattezza mentre lo spazio per le gambe è di 1,129 metri. Passando alla seconda fila, la Sportage 2016 ha un'altezza pari a 0,993 metri e per lo spazio avrete 0,97 metri di spazio.

Passiamo quindi alla scheda tecnica del bagagliaio KIA Sportage.


CAPACITA' BAGAGLIAIO [litri]
Vers. Minima Massima 4 posti 3 posti Altezza [m] Larghezza [m] Profondità [m] Piano di carico
Sportage 503 1.492 ND ND ND ND ND Fondo piano senza gradino

bagagliaio kia sportage 2016

Infine, abbiamo il serbatoio.

Serbatoio

Passiamo quindi a un dato che interessa soprattutto a chi viaggia molto no? Così per conoscere l'autonomia dell'auto acquistata o che si vuole acquistare. E a proposito di comprare, conosci già i prezzi KIA Sportage?

Eccovi i dati relativi al serbatoio Sportage. ND significa che il dato non è disponibile.


VOLUME KIA Sportage [litri]
Versione Totale Riserva
Diesel 62 7 circa
Benzina 62 7 circa

Peso

PESO [massa in Kg]
MOTORE A vuoto A pieno carico
Benzina 1.6 T-GDI 1.449 2,120
Benzina 1.6i 1.379 1.895
Diesel 1.7 CRDi 1.425 2.000
Diesel 2.0 CRDi 1.529 2.235


Note sulle dimensioni e sul peso

Altezza totale: come altezza qui facciamo riferimento a quella totale, ossia la massima altezza KIA Sportage relativa al punto più alto.
Lunghezza e passo (interasse): la lunghezza KIA Sportage è quella totale, considerando sempre come misure quella massima dal frontale al retro vettura
L'interasse, ossia il passo KIA Sportage, è la distanza tra i due centri delle ruote.
Larghezza con e senza specchietti: il dato relativo a questa terza misure, è doppio ossia abbiamo sia la dimensione della larghezza senza considerare i centimetri occupati dagli specchietti retrovisori, che la misura che invece tiene conto anche di questi.
Peso a vuoto: massa a vuoto con conducente (68 kg), bagaglio (7 kg) e serbatoio carburante riempito al 90 %, rilevata secondo la Direttiva 92/21/CEE nella versione attualmente in vigore. Gli optional possono provocare un aumento della massa a vuoto e del coefficiente di resistenza aerodinamica della vettura, con conseguente riduzione del carico utile e della velocità massima.
Volume bagagliaio: Per volume massimo del vano bagagli si intende la situazione classica con i sedili in posizione alzata, mentre la capacità minima vuol dire con entrambi i sedili posteriori abbassati. Poi, l'altezza del bagagliaio sarebbero i millimetri tra il suolo e la bocca del vano di carico, la larghezza è quella minima tra gli archi passaruota e poi abbiamo anche inserito un dato che può essere utile conoscere, ossia la presenza o meno del gradino tra la "bocca" del vano bagagli ed il piano di carico. Le misure sono espresse in litri tranne lì dove è diversamente specificato.
ND: dove trovate la sigla ND, significa che la misura non è disponibile.

Cerchi le dimensioni di altre auto KIA e di altre marche?

Se volete conoscere le dimensioni di altri modelli di auto, potete effettuare una ricerca direttamente dal sito dmotori.it utilizzando l'apposito form in alto a destra, o ancora, potete leggere gli ultimi articoli circa dimensioni delle automobili e la raccolta della KIA:

EDIT
Powered by Blogger.